Petrolio, Commissione Basilicata: aziende vincolate ad assumere almeno 80% lavoratori lucani

Potenza 05/nov – (Adnkronos) – Per almeno il 20 per cento di questi si deve attingere alle liste di mobilita’ in deroga, una platea in cui attualmente sono inserite oltre 2000 persone

La Commissione regionale per l’impiego, presieduta in via straordinaria dal presidente della Regione Basilicata Vito De Filippo, ha approvato una delibera con cui si vincolano le imprese impegnate nei programmi petroliferi, con particolare riferimento al nuovo programma di Tempa Rossa, ad assumere lucani per almeno l’80 per cento dei propri dipendenti impegnati nelle attivita’ in Basilicata. Tra questi, per almeno il 20 per cento si deve attingere alle liste di mobilita’ in deroga, una platea in cui attualmente sono inserite oltre 2000 persone. La deliberazione, che rappresenta un atto non vincolante ma di indirizzo, era stata proposta da Cgil, Cisl e Uil ed e’ stata adottata con l’astensione di Confindustria che, pur convidivendo lo spirito, ha ritenuto alcune parti del documento ”troppo perentorie”.

consiglio_comunaleNella commissione e’ comunque prevalsa la necessita’ di esprimere un atto forte. ”Gli atti di indirizzo, per poter essere efficaci, devono essere netti e decisi – ha detto il governatore lucano – e noi vogliamo dare un indirizzo forte esattamente come successe nel caso della Fiat quando un analogo atto di indirizzo fu sufficiente a cogliere il risultato”. La delibera impegna la Regione a ”favorire l’obiettivo anche attraverso l’attivazione della diversa gamma di strumenti e misure di incentivazione di politica attiva per l’impiego e la formazione”.

Si invitano inoltre Regione, sindacati e associazioni imprenditoriali ad un ”tavolo di confronto con Total per affrontare le tematiche relative a sviluppo locale ed occupazionale, ambiente, sicurezza e tutela della salute” cosi’ come gia’ si e’ fatto a suo tempo con l’Eni.

Comments are closed.


Get Widget