Scandalo Pd a Firenze: soldi agli immigrati in cambio di voti

scandaloIn provincia di Firenze, i sussidi vanno quasi esclusivamente agli immigrati. E’ la politica di Renzi, il nuovo che non avanza.  Del resto, il Pd, non lo nasconde.

    • Volevo informarvi che nella nostra democratica provincia di Firenze, comandata ovviamente dall’oligarchia PD come tutta la regione del resto, mentre vengono effettuate convention o assemblee o frenetiche riunioni per delle primarie inutili (sottolineo a pagamento) chi è in cassa integrazione non vede un euro da fine ottobre. Praticamente sono ben 3 mesi che i cassintegrati, quelli più fortunati, non vedono un misero sussidio di circa 800€. Il tutto mentre vengono elargiti senza sosta soldi per extracomunitari, rom e quant’altro. Ovviamente però gli enti dissanguano i cassintegrati con Tarsu,Imu e tutte le tasse possibili e immaginabili. In particolar modo gravosa è la situazione di Sesto F.no in cui la situazione drammatica per il fallimento di numerose aziende ha ridotto le famiglie sul lastrico. L’unica sfortuna di questi disperati è, tanto per cambiare, essere cittadini italiani visto che non mancano esempi in cui gli extracomunitari sono ampiamente sostenuti. Basta vedere l’assegnazione delle case popolari di Sesto F.no: http://www.comune.sesto-fiorentino.fi.it/Engine/RAServeFile.php/f/allegato_B_graduatoria_aggiornata_in_ordine_alfabetica.pdf

  • Il tema del lavoro non è la priorità. Vogliono solo una banda di italiani disoccupati ma che mantengano tutto l’apparato. Italiano è ad esempio il signor Maurizio Villani, praticamente mai considerato dalle istituzioni, che vive in camper da oltre 2 anni in Viale Lami a Firenze, dopo aver perso lavoro e casa. Maurizio vive in 6mq con moglie e 3 figli piccolissimi di 2,3 e 4 anni.

Basta leggere le graduatorie cliccando sul link che c’è stato inviato dal lettore, per rendersi conto di come gli immigrati siano il 60% di chi riceve sussidi. E non sono, per ora, il 60% della popolazione. Risorse, per il Pd: soldi in cambio di voti.

E’ un modo ‘intelligente’ di comprare voti utilizzando i soldi di tutti gli italiani, anche di quelli che il Pd non lo votano: dare contributi pubblici agli immigrati. Favorirli nell’assegnazione di case e sussidi. In Toscana e nelle regioni a guida Pd è la regola: poi, si affollano per le primarie.  Fonte

Comments are closed.


Get Widget