Consulta, Silvestri eletto nuovo presidente

In carica fino al 28 giugno 2014. Prende il posto di Franco Gallo. È stato eletto presidente della Corte costituzionale Gaetano Silvestri. Lo ha comunicato il segretario generale della Consulta, Giuseppe Troccoli al termine delle procedure di voto. Silvestri, a cui sono andati otto voti, prende il posto di Franco Gallo ed è destinato a restare in carica fino al 28 giugno 2014. Luigi Mazzella è stato invece eletto vice presidente dopo aver preso sette voti. «Mi sento il presidente di tutta la Corte, che è unita, e cercherò di svolgere il mio mandato guardando all’espressione di tutta la Consulta», ha detto Silvestri commentando l’esito del voto. LEGGE ELETTORALE, ASPETTI PROBLEMATICI. 
Il neo presidente ha parlato successivamente della legge elettorale, che a suo parere presenta «aspetti problematici rispetto al premio di maggioranza senza soglia. Questo non significa anticipare un giudizio di costituzionalità che è altra cosa». NO COMMENT SULLA LEGGE SEVERINO. Interpellato sulla legge Severino nell’ambito del caso-Berlusconi, Silvestri ha preferito non commentare: «Se mi esprimessi potrebbe sembrare che io anticipi un’opinione che è possibile io debba dare nella sede competente». Ma ha aggiunto: «Oggi, non solo in Italia, c’è una tendenza a scaricare sul potere giudiziario decisioni che il potere politico non riesce a prendere». Gaetano Silvestri è nato a Patti (Messina) il 7 giugno 1944. Si è laureato in giurisprudenza nel 1966. Nel 1970 ha vinto il concorso per assistente ordinario alla cattedra di diritto costituzionale dell’università di Messina e nel 1980 è stato chiamato alla cattedra di diritto parlamentare nella facoltà di scienze politiche messinese. Nell’82 è stato eletto direttore dell’Istituto di scienze giuridiche della facoltà di scienze politiche e nell’86 è stato chiamato alla cattedra di dottrina dello Stato nella facoltà di giurisprudenza dell’università di Messina. 
Dal 1988 ricopre la cattedra di diritto costituzionale nella medesima facoltà. Dal 1988 al 1991 è stato componente del comitato direttivo dell’Associazione italiana costituzionalisti. RETTORE DELL’UNIVERSITÀ DI MESSINA. Dal 1990 al 1994 ha fatto parte del Csm, eletto dal parlamento. Rettore dell’università di Messina dal 31 luglio 1998, è stato successivamente rieletto per il triennio 2001-2004. Nel giugno 2005 è stato eletto giudice costituzionale dal parlamento in seduta comune. Ha una vasta produzione scientifica, comprendente monografie, articoli e note sui principali temi del diritto costituzionale, tra i quali la figura e il ruolo del presidente della Repubblica, la separazione dei poteri, la sovranità, il controllo di costituzionalità delle leggi, la magistratura nel sistema costituzionale. 

 Giovedì, 19 Settembre 2013 fonte

Comments are closed.


Get Widget