Natale: crescono i consumi, aumentano le offerte, come sfruttarle tramite i codici promozionali

natale codici promozionaliFinalmente i regali di Natale! 
Molte persone continuano a fare i loro acquisti in modo tradizionale, magari nel negozio dietro l’angolo, nell’ipermercato o in un grande magazzino. Tuttavia è in forte crescita il numero di acquirenti, sempre più esigenti, che non si accontentano delle offerte presenti nel territorio, ma vogliono scegliere fra i negozi dei brand più rinomati, italiani e stranieri, senza confini geografici, comprando a prezzi incredibilmente bassi, il tutto senza spostarsi da casa propria.
Gli appassionati del web infatti sanno da tempo che, approfittando dei codici promozionali offerti da alcuni siti come advisato.it, è possibile ottenere vantaggiosi sconti su prodotti che vanno dalla tecnologia all’abbigliamento, ma anche su beni immateriali come le vacanze e i viaggi in aereo.

La procedura è estremamente semplice, basta collegarsi alla piattaforma di vendita online, selezionare il negozio preferito tra tutti i partner, rilevare il codice sconto ed inserirlo al momento del chek out. Il totale da pagare sarà già scontato! Approfittando di questa grande opportunità si possono acquistare i regali di Natale per tutta la famiglia, per gli amici e, perché no? Per sè stessi, a prezzi di vera convenienza.

Dopo sette anni di dura crisi quest’anno cresce del 5% la percentuale di spesa destinata ai regali di Natale, rispetto allo scorso anno, raggiungendo il tetto di 160,00 euro a persona, comunque il dato è ancora inferiore del 30% rispetto a cinque anni fa. Mariano Bella, il direttore del Centro Studi di Confcommercio, si mostra ottimista, infatti ad un aumento dei consumi corrisponde parallelamente un aumento delle offerte; molti negozianti, sulla spinta della rinnovata voglia di acquistare da parte dei cittadini, praticano sconti e promozioni su molti articoli, natalizi e non.

La voglia e la possibilità di acquistare, grazie ad un aumentato potere d’acquisto, si evince anche dal calo del 10%, rispetto al 2014, delle persone che aspettavano l’ultimo momento per completare la lista dei regali natalizi, magari sperando in un supersconto. Quest’anno sono molte di più le persone che si affollano nelle strenne di Natale, sembra proprio che, dopo anni di sacrifici, nel nostro Paese si stia ristabilendo la normalità.

Dai dati elaborati grazie ad un sondaggio condotto su un campione di italiani appartenente alle diverse aree geografiche, si evince che il 52% degli intervistati reputa piacevole lo scambio di regali, ciò rappresenta un ulteriore nota positiva per gli italiani, in quanto sarebbe causa di forte stress provvedere ai regali in situazione di crisi economica. Questo dato ci conferma dunque che gli italiani si sentono psicologicamente più fiduciosi.

Secondo gli studi effettuati da Confindustria, considerando un aumento delle tredicesime dell’1,2% rispetto all’anno precedente, si avrà un ammontare di quasi 40 miliardi di euro. Una fetta considerevole di questa, gli italiani la devono destinare al pagamento di tasse e imposte, ma circa 10 miliardi saranno spesi piacevolmente, per i doni natalizi.

Comments are closed.


Get Widget