Concussione, arrestati sindaco e un tecnico del Comune in provincia di Benevento

CORRUZ-1680x67909/02/2015 San Lorenzo Maggiore (BN) – Operazione dei carabinieri. Primo cittadino di San Lorenzo Maggiore ai domiciliari. Perquisizioni anche in altri Comuni. L’accusa: “per l’affidamento di lavori pubblici pretendevano da un imprenditore una tangente pari al “10%” dell’importo dei lavori appaltati”
Concussione in concorso. Questa l’accusa nei confronti di Emmanuele De Libero, sindaco sindaco di San Lorenzo Maggiore e per il capo ufficio tecnico del Comune, destinatari di un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal gip al termine di una indagine coordinata dai magistrati della Procura di Benevento e diretta dal Procuratore della Repubblica Giovanni Conzo e condotta dai carabinieri della Compagnia di Cerreto Sannita che questa mattina hanno dato il via all’operazione denominata “Sistema 10 %”. Secondo l’accusa gli indagati “per l’affidamento di lavori pubblici pretendevano da un imprenditore una tangente pari al “10%” dell’importo dei lavori appaltati”. I carabinieri stanno effettuando una serie di per perquisizioni negli uffici dei Comuni di San Lorenzo Maggiore, San Lupo e Guardia Sanframndi.

Per poter lavorare alle infrastrutture del Piano di insediamenti produttivi del Comune di San Lorenzo Maggiore aveva dovuto piegarsi al pagamento di una tangente di circa 10mila euro su un lavoro di 70mila. A pretendere i soldi, secondo le indagini dei carabinieri di Cerreto Sannita coordinati dalla Procura di Benevento, il sindaco e il capo dell’ufficio tecnico del Comune. Per questo, ieri mattina, i militari hanno arrestato il primo cittadino Emmanuele De Libero, 56 anni, e il dirigente comunale Pellegrino Colangelo, 60 anni, con l’accusa di concorso in concussione.

L’imprenditore, pur di lavorare, si sarebbe piegato al ricatto, ma, quando i carabinieri del comando provinciale guidati dal colonnello Pasquale Vasaturo hanno avviato le indagini, ha collaborato con gli inquirenti. Cosi la Procura di Benevento, con il procuratore Giovanni Conzo, ha messo a nudo un “sistema 10%” su cui sono in corso verifiche anche in altri appalti. Per questo ieri mattina i carabinieri, contestualmente alla notifica dei provvedimenti restrittivi, hanno anche eseguito perquisizioni nei Comuni di San Lorenzo, San Lupo e Guardia Sanframondi. Infatti in questi ultimi due Comuni Colangelo svolgeva le funzioni di responsabile a scavalco dei rispettivi uffici tecnici.

Emmanuele De Libero è molto conosciuto nel Sannio in quanto è primo cittadino da diverse consiliature ed è stato anche consigliere provinciale. FONTE

 

CONTINUA A LEGGERE

Sguici anche sulla nostra pagina FB: Facebook  Se vuoi, puoi inviarci video, notizie o semplicemente scriverci attraverso un messaggio sulla nostra pagina Facebook, gli articoli saranno pubblicati solamente dopo poche  ore dal tuo invio!  Se ti è piaciuto l’articolo riportato, condividilo o lascia un commento, e facci sapere cosa ne pensi!  Continuate a navigare nel sito, attraverso le varie categorie o gli articoli correlati.

Comments are closed.


Get Widget