Roma, intercettazioni: “Ho pagato 17 mila euro per entrare in Ama”

ama04/01/2017 – “Sono entrata pagando 17 mila euro”. Un posto di lavoro da spazzino all’Ama, la municipalizzata che si occupa dei rifiuti di Roma, si pagava a peso d’oro. È quanto emerge in un’intercettazione contenuta in una chiavetta usb ora al vaglio della Procura della Capitale. A riferire i dettagli dell’indagine sul traffico di posti di lavoro (le ipotesi di reato andrebbero dalla corruzione all’estorsione) è il Corriere della Sera.

Esisteva un tariffario non solo per le promozioni ma anche per le assunzioni: 17 mila euro et voilà, la tuta arancione era pronta. E se qualcosa andava storto, la «stecca» saliva: un posto fisso d’altronde è oro colato, come dire di no?

Siamo nel 2012, il sindaco è Alemanno. I protagonisti degli audio sono tre persone: la spazzina che ha pagato (a vuoto) per far entrare il compagno in Ama (è lei che registra 34 minuti, divisi in tre chiamate) e vuole i soldi indietro; l’intermediario, che cerca di risolvere la situazione; e il sindacalista colluso, che si difende.

BEPPE GRILLO SUL LAVORO

Il primo file dura 8 minuti e 47 secondi e contiene due dialoghi. La Spazzina Infuriata alza la voce con il Mediatore.

«Ah, aspetta! Ti voglio dire una cosa… Lui dice che la colpa è tutta la tua».
«E non è tranquillo! (strilla) Perché io vojo i sol-di!! Le soluzioni so’ due anni che non le trovamo… Comunque so’ 9 mila, non so’ più 26… E quindi adesso *** ha detto che se ne fa carico…» (la Spazzina Infuriata si sta riferendo al Sindacalista Colluso: i 26 mila euro potrebbero essere il totale versato dalla coppia per entrare in Ama, ed essendo lei stata assunta grazie al versamento di 17 mila euro, come risulta dal successivo colloquio, si può dedurre che il secondo posto fisso era stato promesso in sconto, a «soli» 9 mila euro)
«Tu non me le devi di’ a me ste cose! So tutto… Domattina, quando sei libera, mi fai uno squillo, in modo che io capisco che sei te e ti richiamo». (il Mediatore teme di essere intercettato)
«Ok, ciao». «Ciao».

ROMA RIFIUTI, BLITZ DI VIRGINIA RAGGI.: VADO A CONTROLLARE DI PERSONA

Nella seconda chiamata, avvenuta lo stesso giorno, la spazzina parla con il sindacalista. E minaccia di andare dai carabinieri a denunciare tutto.

«Vedetela voi, oggi è lunedì, anzi martedì… Io martedì prossimo ci devo ave’ tutti i 17 mila euro se no vado dai carabinieri da sola, io nun vado co’ nessuno…» (la Spazzina Infuriata non ammette repliche. Da notare la cifra in contrasto con la precedente)
«No, la finisco subito, ma stiamo a scherza’? Qui mica stiamo a gioca’, oh!»
«Io lo so che non stiamo a gioca’, perché c’ho rimesso tutto e tu lo sai».
«Guarda, adesso vado a fa’ ‘na denuncia nei suoi confronti. Mi sono rotto i cojoni, scusami, non ce l’ho con te(il Sindacalista Colluso passa all’attacco, rincara la dose) Non pensavo una cosa del genere! Guarda, ci vogliamo vede’ tutti e tre dai carabinieri?»

Giornalista attacca Grillo. Tu sei come Putin. Lui replica. Tra poco dovrai cercarti un lavoro

Nel terzo colloquio, quello più concitato, la spazzina parla con il mediatore e attacca nuovamente il sindacalista.

«No, è un fatto…Il fatto è che loro(si riferisce probabilmente ai delegati sindacali) c’hanno tutto controllato… Se l’Ama tira fuori un euro, dicono: che è st’euro, a chi lo devi dà? A loro non j’entra manco uno spillo ar c…». Fino a che lei, la Spazzina Infuriata, sbotta. «Io diciassettemila euro je l’ho dati, però! Uno sull’altro…. Ta-ta-ta! Tutti contanti!» (la frase è gridata, e questa sembra una prova alquanto eclatante)FONTE

CONTINUA A LEGGERE

 

Sguici anche sulla nostra pagina FB: Facebook  Se vuoi, puoi inviarci video, notizie o semplicemente scriverci attraverso un messaggio sulla nostra pagina Facebook, gli articoli saranno pubblicati solamente dopo poche  ore dal tuo invio!  Se ti è piaciuto l’articolo riportato, condividilo o lascia un commento, e facci sapere cosa ne pensi!  Continuate a navigare nel sito, attraverso le varie categorie o gli articoli correlati.

Comments are closed.


Get Widget