TruCam, sarà il terrore degli automobilisti: pioggia di multe in arrivo, impossibile qualsiasi ricorso

20/03/2017 – Multe, arriva Trucam, un nuovo sistema tecnologico per colpire gli automobilisti distratti e indisciplinati. Trucam è il nuovo sistema per controllare la velocità sulle strade italiane e sarà affiancato da Telelaser. Sarà sperimentato su alcune strade della Sardegna e Lazio, per poi estendersi in tutta l’Italia.

Telelaser
Il sistema di rilevazione di velocità Telelaser, determina la velocità di un veicolo tramite due impulsi a raggi infrarossi. Nel tempo i telelaser si sono evoluti. L’ultima generazione di telelaser Ultralyte, scattano anche le foto. Secondo le ultime note del Ministero delle infrastrutture ed dei Trasporti, questo sistema po’ essere usato nelle strade urbane, extraurbane e autostrade, ben posizionato in modo visibile e segnalato secondo la normativa vigente. Sulle strade degli italiani abbinato al Telelaser ci sarà un nuovo sistema “Trucam”.
Trucam
Il nuovo sistema elettronico oltre a rilevare la velocità servirà anche a punire l’inflazione. Trucam verrà posizionato al bordo della strada, un agente punterà la telecamera sul veicolo per acquisire tutti i dati della vettura. Il sistema oltre ad acquisire i dati, scatterà una foto all’interno dell’abitacolo per verificare se le cinture di sicurezze siano allacciate regolarmente secondo il codice della strada.
Trucam si attiva sulla piattaforma Linux e ha una memoria capiente. Insomma non ci sarà scampo per gli automobilisti distratti.



Multe: non ci saranno più ricorsi con Trucam
Trucam, attiverà anche una geo-localizzazione del veicolo attraverso il Gps. Tra le funzioni opzionali vi è anche il rilevamento notturno con flash infrarosso, mirino ingranditore 3,5 X, rilievo a distanza di sicurezza, discriminazione automatica tra veicoli pesanti e veicoli leggeri per doppio limite.
Una rivoluzione in termini di sicurezza e controllo sulle strade italiane. Questo sistema renderà impossibile qualsiasi ricorso contro eventuali multe. Un vero incubo per gli automobilisti.

Comments are closed.


Get Widget