INSINNA CONTRO ITALIANI. DAI «PACCHI» AL DISCORSO VIRALE SUL WEB: “IO NON VOGLIO VIVERE IN QUESTO PAESE” – VIDEO

25/03/2017 Flavio Insinna, noto paccaro, e nuova icona della sinistra al caviale – quella che odia il prossimo e si prostra davanti al fancazzista di turno – ha espresso il suo profondo pensiero sull’invasione in corso. Il conduttore parla a «Cartabianca» di Bianca Berlinguer. E sfodera un discorso che diventa virale in Rete:


Così equo e solidale da diventare virale. Sarà che non tutti sapevano che Flavio Insinna è impegnato da sempre nel volontariato con generosità e costanza, sarà che non t’aspetti di vederlo fra Debora Serracchiani e Maurizio Landini a #cartabianca, il programma condotto da Bianca Berlinguer su RaiTre, sarà che ha detto cose di buon senso benché non originalissime, alla fine il video del suo intervento sta facendo il giro del web. Dal primo slancio verso “l’altro” quand’era bambino a scuola con suor Virginia alla sua attività con la Comunità di Sant’Egidio, ai nuovi poveri che “non sono solo migranti che vengono da ogni parte del mondo ma anche italiani separati che si ritrovano a vivere due solitudini, lui che dorme in macchina e cerca lavoretti a Roma e la moglie con i figli in un’altra città”, un intervento appassionato su temi sensibili come occupazione, immigrazione, razzismo, solidarietà passando dalle mafie ai siriani alle citazioni di Enrico Berlinguer.



Il suo un interesse nella colonizzazione è più profondo di quanto appare di primo acchito. Si è arricchito per anni, e continua a farlo, con i soldi dei contribuenti. Costretti a pagare il Canone anche per i suoi programmi trash.
E ha fatto talmente tanti soldi, che un anno fa ha deciso di assegnare uno dei suoi natanti all’associazione che ha dato ospitalità ai kamikaze di Parigi, Medici Senza Frontiere: ha donato ‘Roxana’, la sua imbarcazione veloce di 14,80 metri, all’organizzazione di affaristi, a supporto delle attività di colonizzazione lungo le rotte della migrazione verso il continente europeo.

“Siamo molto grati a Flavio Insinna per questo gesto di grande ‘generosità’ e per aver voluto sostenere la nostra azione lungo le rotte della migrazione. Stiamo valutando con i nostri centri operativi come impiegare questa importante donazione a supporto delle attività medico-umanitarie di MSF in mare, dove ancora oggi migliaia di persone in fuga da conflitti e povertà continuano a rischiare – e purtroppo a perdere – la loro vita per trovare sicurezza in Europa” ha detto Gabriele Eminente, direttore generale della multinazionale dell’invasione MSF.

MSF è responsabile di avere sbarcato in Italia oltre 20 mila clandestini nel 2015 e il doppio nel 2016. Fonte http://voxnews.info/politica/

Ecco dove vanno a finire i soldi del Canone, ad arricchire radical chic, che poi si danno alla colonizzazione della loro Patria. E raccontano stupidaggine in tv.

Comments are closed.


Get Widget