Loreto mare, blitz dei Nas, falsi incidenti stradali: Sequestrato l’archivio delle radiografie

31/03/2017 – Inchiesta sul Loreto Mare, terzo round. Dopo il clamoroso blitz antiassenteismo (con un centinaiodi operatori del presidio indagati) e dopo l’apertura dell’indagine per presunti falsi da utilizzare nella “macchina” delle truffe per incidenti stradali, i carabinieri tornano nel presidio per apporre i sigilli all’archivio delle radiografie: proprio il reparto in cui gli investigatori ipotizzano che siano stati commessi numerosi illeciti per offrire documentazione a supporto delle pratiche di rimborso.

I militari sono stati a lungo, nel corso dei mesi, al lavoro in alcuni uffici e corsie dell’ospedale ad acquisire materiale, tra esami clinici e diagnosi, per ricostruire la dimensione del fenomeno e soprattutto risalire ai presunti responsabili.

Al Loreto esisteva, d’altro canto, una consapevolezza diffusa dell’esistenza di un “giro” di radiografie e di esami falsi finalizzate ad alimentare il sistema del business criminale dei “sinistri”.

Proprio a Repubblica, il dirigente del pronto soccorso del Loreto, il dottor Alfredo Pietroluongo, aveva rivelato di questi retroscena, confermando di aver segnalato non solo ai vertici del presidio, ma anche all’autorità giudiziaria l’esistenza di un pessimo clima, tanro da aver subito successive ed anomale pressioni. Fonte Napoli.Repubblica.it

DIVENTA FAN DI L’ONESTO

Comments are closed.


Get Widget