Bufera su Lonate Pozzolo (VA), arrestato il sindaco. Indaga la Procura di Busto Arsizio

16/05/2017 – I carabinieri di Varese hanno arrestato il sindaco Danilo Rivolta. Indagati dalla Procura della Repubblica di Busto Arsizio il fratello, Fulvio Rivolta, e la compagna del primo cittadino, Orietta Liccati che è attuale assessore all’urbanistica del Comune di Gallarate ed ex dipendente del Comune di Lonate. Mentre per il sindaco è stata decisa la detenzione in cella, i magistrati hanno disposto i domiciliari per il fratello del sindaco e per due imprenditori. La compagna e altri due imprenditori, invece, hanno l’obbligo di firma.

Secondo l’ordinanza di custodia cautelare – emessa dal gip del Tribunale di Busto Arsizio – il sindaco, 56 anni, eletto nel 2014 con Forza Italia, con delega all’Urbanistica e all’Ambiente, avrebbe favorito il fratello architetto, titolare di uno studio di progettazione, e gli altri imprenditori indagati. Le accuse a vario titolo sono tentata concussione, abuso d’ufficio e corruzione.

Le indagini, dicono i carabinieri, hanno accertato che Rivolta “abusando della sua funzione di primo cittadino, favoriva l’attività del fratello, titolare di un noto studio di progettazione immobiliare, e di altri imprenditori locali”. Oltre agli arresti, gli investigatori hanno perquisito le case degli indagati, i Comuni di Busto Arsizio e di Gallarate e gli uffici di società di consulenze e progettazione a Pavia, Lonate Pozzolo e Gallarate.

loading…



A dare il la alle indagini, nel febbraio del 2016, è stata una dirigente della polizia locale che denunciò continue pressioni da alcune pratiche urbanistiche. – fonte

Diventa sostenitore di L’Onesto clicca mi piace sulla pagina facebook

Comments are closed.


Get Widget