Movimento Forconi: Roma si è svegliata blindata

Forconi. Roma si blinda. Berlusconi li incontra. Rafforzata la sicurezza a Quirinale e Palazzo Chigi. Alfano: non metteranno a fuoco le città. Rafforzate le misure di sicurezza nelle sedi istituzionali, blindate le zone del Quirinale, Palazzo Chigi e Montecitorio. Presidiati gli snodi autostradali e le stazioni con la presenza di più agenti per tutta la città. Questa mattina Roma si è svegliata blindata. La tensione è salita e continuerà durante la giornata perché il movimento dei Forconi ha chiaramente annunciato «un’azione eclatante se passerà la fiducia al governo Letta». In rete circola un volantino che annuncia per oggi un milione di persone a Roma. PresidioSe questi numeri fossero confermati nella Capitale si presenta una vera e propria giornata di caos. Un’invasione che ha lo scopo, a detta dei Forconi, di bloccare appunto la fiducia al governo Letta. Ieri pomeriggio il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, ha incontrato le forze dell’ordine per un vertice proprio sui possibili disordini di oggi. Nella riunione sono state decise le contromisure da adottare. «Non permetteremo che mettano a ferro e fuoco la città» ha detto il ministro. Silvio Berlusconi li vuole ascoltare. Alle 17 vedrà una delegazione degli autotrasportatori nella sede di Fi e ieri sera ha chiesto a Letta di «convocare tutte le associazioni di categoria». Intanto ieri disagi e presidi da parte dei Forconi si sono registrati in tutta Italia, soprattutto in Liguria e in Piemonte. A Torino è stata bloccata la tangenziale in direzione nord tra gli svincoli Sito e Rivoli e in centro città due cortei hanno mandato in tilt per ore il traffico. A Milano un’altra manifestazione ha interessato piazzale Loreto, mentre ad Imperia è stato bloccato l’accesso allo svincolo di Imperia Est dell’Autostrada dei Fiori e gli studenti hanno annunciato una protesta ad oltranza. La zona industriale di Molfetta è stata presa d’assalto dal movimento dei Forconi: molte aziende della zona Asi sono state fatte evacuare dai manifestanti. Traffico in tilt a Palermo dove la circolazione stradale è stata paralizzata in piazza Indipendenza da un gruppo di manifestanti che ha protestato davanti Palazzo d’Orleans, sede della presidenza della Regione. A Roma il presidio in piazzale dei Partigiani, iniziato lunedì, è andato avanti per tutta la giornata. Nel pomeriggio si è anche svolto un mini corteo fino a Piramide senza disagi. Poi si è svolta un’assemblea per decidere le prossime iniziative. I coordinatori romani del Coordinamento 9 dicembre, Alessio Provaroni, 47 anni, e Barbara De Propris, 37, compagni nella vita e disoccupati, lei era ausiliaria in ospedale, lui geometra in un’impresa edile, sono alla terza notte in tenda. Ieri sono andati a piedi in questura per ottenere l’autorizzazione a un mini corteo intorno a piazzale Ostiense. Fonte

Comments are closed.


Get Widget
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com