Mafia, Riina malato. Il procuratore Roberti: “Resti in carcere, non è vendetta ma è giustizia”

07/06/2017 – Il Procuratore Nazionale Antimafia Franco Roberti interviene in merito alla possibilità di scarcerare il boss mafioso Totò Riina a causa della sua malattia. In un’intervista a Fanpage.it risponde alle domande di Sandro Ruotolo: “Ritengo che ci siano tutti gli elementi per affermare che il detenuto Totò Riina, pur riversando in condizioni di salute gravi, è perfettamente assistito sia dal punto sanitario che chirurgico. La sua condizione intramuraria non pregiudica dunque la sua dignità di detenuto che è, come giustamente dice la Cassazione, un diritto costituzionale assoluto e riconosciuto”.

loading…






Diventa sostenitore di L’Onesto clicca mi piace sulla pagina facebook

Comments are closed.


Get Widget