E’ successo di nuovo. Scontro tra treni nel Salento: incidente su una linea a binario unico. 11 feriti

13/06/2017 – Sfiorata la tragedia nel Salento. Alle 17.30 due treni si sono scontrati mentre stavano viaggiando in direzione opposta sulla linea gestita dalle Ferrovie Sud-Est, a pochi chilometri da Galugnano e San Donato di Lecce. Sul posto sono immeditamente intervenuti i carabinieri, la polizia e le ambulanze del 118 per prestare i primi soccorsi ai tredici feriti. Al momento sono ancora da accertare le cause dell’incidente che, ancora una volta, si è consumato su una linea a binario unico.



Meno di un anno fa, sempre in Puglia, un’altra tragedia aveva segnato profondamente il Paese. Il 12 luglio 2016, nell’agro tra la stazione di Andria e la stazione di Corato, a poco più di 50 chilometri della ferrovia Bari-Barletta, si sono schiantati due treni causando la morte di ventitré persone e il ferimento di altri cinquanta passeggeri (guarda la gallery).

Oggi, fortunatamente, le due littorine che procedevano in senso opposto viaggiavano a bassa velocità. Infatti, anche i mezzi non hanno riportato grossi danni. Le tredici persone ferite hanno riportato contusioni ed escoriazioni. “Un altro scontro di treni in Puglia. Basta. Vogliamo sicurezza. Vergogna, Stato assente. Regione assente”, si legge in un post pubblicato sulla pagina facebook dell’Astip, l’associazione “Strage treni in Puglia 12 Luglio 2016”, sorta per la ricerca della verità e della giustizia per le vittime della tragedia che si verificò sulle linee della Ferrotramviaria.

L’impatto è avvenuto all’uscita di Galugnano, frazione di San Donato di Lecce, sulla tratta tra il capoluogo salentino e Otranto. “Uno dei due convogli era fermo al segnale di ingresso della stazione di Galugnano – fanno sapere le Ferrovie del Sud Est, passate da qualche tempo sotto il controlo di Ferrovie dello Stato – l’altro è partito in direzione Lecce non rispettando il segnale rosso”. A bordo c’erano complessivamente un’ottantina di passeggeri. Tra i feriti c’è anche il macchinista. – FONTE

loading…


Diventa sostenitore di L’Onesto clicca mi piace sulla pagina facebook

Comments are closed.


Get Widget