Formula 1 Sepang Verstappen: “Che gioia”; Hamilton: “Pensavo solo ai punti”

01/10/2017 – Verstappen si fa un bel regalo di compleanno per 20 anni festeggiato il giorno prima e conquista in modo perentorio il GP di Malesia: “Fin dall’inizio la macchina mi ha dato buone sensazioni – spiega l’olandese -, ho visto che Lewis faticava, ci ho provato nella prima curva e sono riuscito a passarlo: lui, poi, aveva più da perdere visto che si giocava un mondiale. È stata una gara molto dura, avevo dei problemi al collo alla fine e avevo bisogno di un po’ di riposo. Dopo la stagione che ho vissuto, bella, ma a volte sfortunata, questa vittoria è arrivata nel momento più bello, insieme a mio papà e alla Red Bull abbiamo fatto tanta strada”.
loading…
HAMILTON — Hamilton con il secondo posto conquista altri punti preziosi per il mondiale, allungando a +34 su Vettel, solo 4°. “Complimenti a Max – dice il britannico -, ringrazio tutto il pubblico che è stato fantastico. È stata una gara molto dura per noi, sapevamo che avremmo faticato perché le Red Bull avevano un vantaggio di passo non indifferente rispetto a noi e quindi ho provato a prendere più punti possibile. A Suzuka però farà più fresco e noi dovremmo trovarci meglio, non mi preoccupo. È stata una bella sensazione l’aver rosicchiato altri punti a Vettel anche perché qui non avevamo il passo giusto e dobbiamo lavorare tanto per mantenere questi risultati”.
RICCIARDO — Ricciardo ha difeso tenacemente la terza posizione da Vettel: “Alla partenza sembrava che le Mercedes faticassero, ho cercato di superare Bottas il prima possibile e ho fatto la mia gara. Vettel mi ha ripreso alla fine, ma sono riuscito a staccarlo, è stato difficile sul piano fisico: forse una gara un po’ noiosa, ma è stato bello arrivare sul podio. Sono ottimista per la gara di Suzuka”. – fonte Dopo il traguardo, incidente del tedesco con Stroll della Williams. Episodio non sazionato dai commissari, ma che potrebbe avere comuqnue conseguenze: se il cambio della Ferrari avesse subito danni irreparabili, potrebbe essere necessario sostitutirlo in Giappone. Allora scatterebbe la penalità: 5 posizioni in griglia. Il caso rappresenta un’eccezione, ecco perché. Dopo la grande rimonta di Vettel a Sepang (da ultimo a 4°), nel giro di rientro a fine gara si è verificato un incidente tra il tedesco della Ferrari e Stroll della Williams. L’episodio, finito sotto investigazione, è stato archiviato dai commissari come una leggerezza dei due piloti: dunque nessuna penalità. Ma lo stesso tamponamento potrebbe comunque avere conseguenze per le Ferrari e per Vettel. Se il cambio della SF70 H avesse subito danni nell’impatto, potrebbe risultare difficile recuperarlo. Il pezzo è stato subito spedito a Maranello per le verifiche, ma non c’è nessuna ufficialità sulle reali condizioni. L’ipotesi Così, venisse confermata la rottura, il rischio sarebbe quello d’incappare in una penalità: 5 posizioni da scontare sulla griglia di partenza al Gran Premio del Giappone in programma domenica prossima. Il cambio, infatti, deve durare sei gare, mentre questa era solo la prima sulla monoposto di Vettel. Lo stesso cambio, poi, può essere sostituito solo se la macchina si ritira nel corso del gran premio. Caso senza precedenti Vien da sé che l’evento rappresenta un’eccezione senza precedenti. Vettel ha tagliato il traguardo e quindi è classificato, ma la Ferrari non è stata portata al parco chiuso, come succede a quelle che si ritirano durante la gara. Di qui una discussione aperta e ipotetica: penalità o possibilità di sostituire il cambio senza dover scontare sanzioni? Ripetiamo, non ci sono precedenti. Allora occore aspettare come la Federazione valuterà il caso. E la Fia al momento non si è ancora pronunciata. Diventa sostenitore di L’Onesto clicca mi piace sulla pagina facebook

Comments are closed.


Get Widget
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com