Migranti, Libia, ancora tragedie in mare: strage al largo della Libia. “Cadaveri dilaniati dagli squali”

25/11/2017 – Ennesimo naufragio di fronte alle coste della Libia. Ed ennesima strage di migranti. Questa volta con un particolare macabro in più: i cadaveri in mare sarebbero stati “divorati dagli squali durante le operazioni di salvataggio”. Tra loro, anche 3 bambini e 18 donne.

loading…



Lo scrive in una didascalia della propria pagina Facebook la Marina libica, associando il post a un’immagine di un sacco bianco con, evidentemente, un corpo all’interno mentre viene sollevato a bordo di una motovedetta. Una foto all’interno mostra una decina di questi sacchi distesi a terra. I corpi in mare sono “decine”, riferisce un altro post.

Il bilancio, provvisorio, della strage, parla di oltre 30 morti. Il naufragio sarebbe avvenuto al largo di Garabulli. Il copione è drammaticamente lo stesso. Arriva l’avvistamento, con la conseguente comunicazione: “Ci sono corpi in mare”. Poi i primi soccorsi e l’immediata consapevolezza che ci vorrà del tempo prima di quantificare con precisione la portata della tragedia. Le operazioni di salvataggio hanno interessato due barconi: al momento si sa che in una i morti sono 31 e 60 le persone salvate, nell’altra 140 i sopravvissuti.



ALTRI SOCCORSI – Nelle ultime ore la Guardia costiera libica ha soccorso 326 migranti che viaggiavano a bordo di diverse imbarcazioni verso le coste dell’Europa. I migranti sono stati individuati – ha spiegato il portavoce Ayub Kasem – tra giovedì e venerdì scorso a una ventina di km da Al Hamza e Bulali, nell’est del Paese. “Intercettate al mattino, portavano a bordo
migranti provenienti dall’Africa subsahariana”, ha aggiunto il portavoce. Tra loro vi erano 63 donne e 61 minori.


Le spiagge tra Tripoli e la frontiera con la Tunisia sono diventate negli ultimi anni i punti di partenza del traffico di migranti diretto in Italia. Secondo l’Organizzazione internazionale per le migrazioni, sono stati oltre 161.000 i migranti riusciti ad attraversare l’Europa quest’anno, mentre quasi 3.000 sono scomparsi in mare. FONTE
Diventa sostenitore di L’Onesto clicca mi piace sulla pagina facebook

Comments are closed.


Get Widget