Un gommone al centro del presepe di Castenaso. “E’ simbolo dell’accoglienza ai migranti”

05/12/2017 – Non la paglia e il fieno, ma un tappeto azzurro a ricordare il mare, e un gommone come simbolo dell’accoglienza dei migranti: è questa la cornice del presepe di Castenaso, paese alle porte di Bologna. L’idea è venuta al sindaco Stefano Sermenghi. “In Italia in molti aprono la bocca, ma nessuno fa poi niente di concreto per un’accoglienza positiva nei confronti di chi arriva”. L’immagine del particolare presepe sarà anche utilizzata dal Comune di Castenaso come sfondo per le cartoline degli auguri di Natale.
loading…
L’idea di attualizzare il Presepe richiamando “l’accoglienza positiva e concreta per chi arriva nel nostro Paese” è del sindaco renziano Stefano Sermenghi. Il primo cittadino di Castenaso, ai microfoni di Trc Bologna, ha spiegato che quel gommone rappresenta “un segnale di apertura ma, allo stesso tempo, una richiesta di rispetto delle nostre tradizioni anche per chi arriva”. L’insolita Natività s’inserisce a gamba tesa nel dibattito bollente sull’accoglienza diffusa, quella che in molti comuni italiani è sinonimo di insofferenze e barricate.
Ma assicura Sermenghi: “Noi qui facciamo accoglienza da anni e nessuno dei cittadini se ne è mai accorto, perché l’accoglienza si può fare, si può fare integrazione e si può chiedere a chi arriva qui di rispettare le leggi”. La versione del sindaco viene però sconfessata da alcuni dei castenasesi intervistati da SkyTg24: “Io non sono un razzista – afferma un signore – però vedo che danno sempre la preferenza ai forestieri e i nostri qui si lamentano”. Anche dal tenore dei commenti lasciati su Facebook da alcuni concittadini e non si evince che non tutti hanno accolto con entusiasmo la trovata del primo cittadino. “Ennesima stronzata di un sindaco che ormai non sa più cosa inventarsi per fare pubblicità al suo partitino del c***o”, scrive Marco. Mentre, Andrea, replica con un più telegrafico “agghiacciante”. “Ma perché – polemizza Paolo – il caro sindaco Sermenghi non ha messo al posto del gommone una bella cesta con offerte in denaro, non chiacchiere, per quei poveri artigiani e commercianti stroncati dalla crisi e soprattutto dalle tasse che il suo governo ha decuplicato?”. “E per i poveri terremotati ancora al gelo a cui avevano promesso mari e monti?”, gli fa eco Angela. Sulla stessa scia, Stefano scrive: “Trovo sia una cosa fuori luogo, ma serve visto che la conta dei voti dice che ne mancano… ma vorrei chiedere: perché non avete fatto il Presepe in un container, dove da due inverni vivono, male, i nostri connazionali terremotati? Perché quelli voti non ne portano… siete veramente pietosi…”. Fonte IlGiornale.it Dal momento che sei qui…. … abbiamo un piccolo favore da chiedere. Più persone stanno leggendo il nostre le nostre notizie selezionate dai maggiori media locali e internazionali, ma le entrate pubblicitarie attraverso i media stanno calando rapidamente. Vogliamo mantenere la nostra rassegna stampa più aperta possibile. Quindi puoi capire perché dobbiamo chiedere il tuo aiuto. Diventa sostenitore L’Onesto clicca mi piace sulla pagina facebook Puoi farlo anche con una donazione tramite Paypal cliccando sul tasto: (Donazione Minima 5€), si accettano eventuali proposte di collaborazioni:

Comments are closed.


Get Widget
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com