Asti, due tunisini rapiscono e stuprano una donna di 30 anni per 24 ore: legata col filo del telefono

12/12/2017 – Orrore puro ad Asti: una ragazza è stata rapita, legata con il cavo di un telefono, pestata brutalmente e violentata per 24 ore consecutive da due tunisini. La vittima una 30enne di Alessandria, rapita e rinchiusa in uno scantinato ad Asti. La donna si è liberata grazie a un messaggio che ha inviato a un’amica su WhatsApp: era infatti riuscita a nascondere il cellulare ai suoi aguzzini.

loading…



Il padre della vittima, lo scorso venerdì, ne aveva denunciato la scomparsa e la polizia aveva immediatamente avviato le prime ricerche. Le due belve tunisine sono state arrestate: le accuse sono quelle di sequestro di persona, violenza sessuale e lesioni. I due aguzzini sono pregiudicati con precedenti per spaccio di droga. Gli inquirenti suppongono che la vittima avesser frequentato i due in un passato da tossicodipendente. Un terzo tunisino è indagato per concorso in sequestro.


Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere. Più persone stanno leggendo il nostre le nostre notizie selezionate dai maggiori media locali e internazionali, ma le entrate pubblicitarie attraverso i media stanno calando rapidamente. Vogliamo mantenere la nostra rassegna stampa più aperta possibile. Quindi puoi capire perché dobbiamo chiedere il tuo aiuto.
Diventa sostenitore L’Onesto clicca mi piace sulla pagina facebook
Puoi farlo anche con una donazione tramite Paypal cliccando sul tasto: (Donazione Minima 5€), si accettano eventuali proposte di collaborazioni:





Comments are closed.


Get Widget