Il week-end in montagna spacciato per visita istituzionale di Maria Elena Boschi

03/01/2017 – Fra le trasferte del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, quella in Trentino non pare giustificata da nessuna esigenza di carattere pubblico. In Prefettura spiegano di essere stati informati soltanto dal Questore che doveva vigilare sulla sicurezza Maria Elena Boschi non ha detto la verità. Quella di Madonna di Campiglio – dal 17 al 19 febbraio 2017, un fine settimana con tanta neve in pista e tanto sole in cielo – non era una missione istituzionale. Eppure la trasferta in montagna – nei luoghi adorati anche dalla principessa Sissi – è nell’elenco dei viaggi pubblici della sottosegretaria, come ha scritto il Fatto lo scorso 22 dicembre esaminando il documento ufficiale di Palazzo Chigi.
loading…
IN QUEI GIORNI di alta stagione a Madonna di Campiglio, però, nessuna autorità locale ha incontrato Meb. Parecchio bizzarro. Non soltanto il Trentino, ma anche diverse “missioni” tra Firenze e Arezzo – dove Boschi ha famiglia e fa politica – assomigliano più a impegni privati che istituzionali. Così hanno tentato di rimediare i collaboratori di Meb: “La sottosegretaria ha effettuato spostamenti principalmente per motivi non istituzionali. Potrebbe aver partecipato anche in queste date ad alcuni eventi istituzionali, ciononostante non ha presentato alcuna richiesta di rimborso di eventuali spese sostenute”. Chi ha visto Maria Elena? Michele Cereghini, il sindaco di Pinzolo, non l’ha vista: “Ho saputo di Boschi a Campiglio, la nostra famosa frazione, da un albergatore o da un amico, adesso non riesco a ricostruire la vicenda.
Ma era troppo tardi, era già ripartita. Qui passano tanti politici, e spesso vengono a salutarmi. È successo con Romano Prodi o Gianni Alemanno, succede col ministro Graziano Delrio. Non saprei dire se la sottosegretaria ha dormito nel centro abitato o vicino agli impianti per sciare. Non l’ho mai sentita, mi spiace”. Oltre all’obbligatorio servizio di scorta, Boschi era accompagnata da un “agente di si cu rez za ” ( forse l’a uti st a) che per tre giorni a Madonna di Campiglio ha ricevuto dei rimborsi modesti (261 euro). Quando un rappresentante del governo va in trasferta in provincia saluta il Prefetto o almeno avvisa la Prefettura. Sempre a Trento, per esempio, è accaduto un mese fa con Delrio. Il prefetto Pasquale Gioffrè – spiegano al Fatto dai suoi uffici – quella settimana di febbraio non era in sede, ma in prefettura non sono arriva- te richieste da Boschi. Niente, tranne una rituale comunicazione del Questore per garantire la massima protezione all’ex ministra. AI TEMPI della campagna elettorale per il referendum costituzionale, invece, Boschi a Trento partecipava a convegni e pranzi per difendere la riforma della Carta. Nel giugno del 2016, raccontano i giornali trentini, dopo un dibattito all’auditorium, l’ex ministra ha omaggiato Ugo Rossi, il presidente della Provincia e poi si è fermata per uno “spuntino” di prodotti locali: asparagi, orzotto, luganega, formaggi e l’immancabile speck. Consumato il “pasto” ovviamente “frugale”, l’ex ministra ha informato la platea che da anni apprezza la luganega o l’orzotto perché frequenta con assiduità Madonna di Campiglio. E dunque il presidente Rossi ha accolto Boschi a Campiglio nel febbraio 2017? “Io sono stato eletto sulla base di un programma elettorale. Faccio politica, non mi occupo di altro. Rispondo alla sua domanda: non mi ricordo se ho visto la sottosegretaria. Buon anno”. Auguri. Documenti ufficiali Della trasferta – elencata da Palazzo Chigi – non esistono riscontri pubblici Ho saputo di Boschi a Madonna di Campiglio quando era tardi. Qui passano tanti politici, e spesso vengono a salutarmi. Lei no. di CARLO TECCE Dal momento che sei qui…. … abbiamo un piccolo favore da chiedere. Più persone stanno leggendo il nostre le nostre notizie selezionate dai maggiori media locali e internazionali, ma le entrate pubblicitarie attraverso i media stanno calando rapidamente. Vogliamo mantenere la nostra rassegna stampa più aperta possibile. Quindi puoi capire perché dobbiamo chiedere il tuo aiuto. Diventa sostenitore L’Onesto clicca mi piace sulla pagina facebook Puoi farlo anche con una donazione tramite Paypal cliccando sul tasto: (Donazione Minima 5€), si accettano eventuali proposte di collaborazioni:

Comments are closed.


Get Widget
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com