Avvocato indossa il velo in Tribunale: ​il giudice la “caccia” dall’Aula

18/01/2018 – Indossa il velo islamico durante un’udienza del Tar e viene allontanata dall’Aula. L’episodio è accaduto al Tar di Bologna dove una praticante di un ufficio legale, Asmae Belfakir, ha dovuto abbandonare l’udienza. La decisione è stata presa dal presidente della seconda sezione del Tar dell’Emilia Romagna, Giancarlo Mozzarelli. La donna che ha dovuto lasciare l’Aula è Asmae Belfakir, una ragazza musulmana di 25 anni e praticante presso l’ufficio legale dell’università di Modena-Reggio Emilia. Secondo quanto raccontato dalla ragazza all’Agi, questa mattina si era presentata a un’udienza che riguardava un ricorso su una sopsensione cautelare per alcuni appalti. Ma subito dopo l’inzio dell’udienza il giudice ha chiesto alla ragazza di togliere il velo o avrebbe dovuto abbandonare l’Aula. La 25enne si è rifiutata ed è uscita.

loading…



“Non mi era mai successo prima – racconta all’Agi Belfakir – ho assistito a decine di udienze, anche qui al Tar e nessuno mi aveva mai chiesto di togliere il velo. Nemmeno al Consiglio di Stato. Anche perchè non si può assolutamente parlare di problema di sicurezza perchè il velo tiene il volto scoperto e quindi sono perfettamente identificabile. Sono sconvolta”. Mentre lasciava l’aula, il giudice avrebbe spiegato “che si tratta del rispetto della nostra cultura e delle nostre tradizioni”, ha raccontato. Infine ha aggiunto: “Il giudice ha parlato di cultura, non di legge…”.

E sulla vicenda è intervenuto il presidente del Tar dell’Emilia Romagna, Giuseppe Di Nunzio che in un colloquio con il dirigente dell’ufficio legale dell’università di Reggio Emilia-Modena, ha assicurato che la 25enne potrà tornare col velo in Aula. “Il presidnete del Tar mi ha assicurato che non ci sono problemi. La ragazza potrà partecipare a tutte le udienze indossando il velo, quindi, nel rispetto della propria fede religiosa”, ha affermato Lorenzo Canullo.



“La dottoressa Belfakir – ha spiegato all’Agi – verrà con me alle prossime udienze al Tar così verificheremo sul campo quello che mi è stato detto. È una ragazza bravissima e molto preparata che ha sempre partecipato alle udienze dove era coinvolta, a vario titolo, l’università di Modena e Reggio Emilia: in Consiglio di Stato e davanti a giudici nel civile e nel penale”, ha concluso. FONTE


CONTINUA A LEGGERE >>
Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere. Più persone stanno leggendo il nostre le nostre notizie selezionate dai maggiori media locali e internazionali, ma le entrate pubblicitarie attraverso i media stanno calando rapidamente. Vogliamo mantenere la nostra rassegna stampa più aperta possibile. Quindi puoi capire perché dobbiamo chiedere il tuo aiuto.
Diventa sostenitore L’Onesto clicca mi piace sulla pagina facebook
Puoi farlo anche con una donazione tramite Paypal cliccando sul tasto: (Donazione Minima 5€), si accettano eventuali proposte di collaborazioni:





Comments are closed.


Get Widget