Elezioni, Di Pietro: “Non voterò centrosinistra. Berlusconi querela Di Battista? Glielo sconsiglio”

12/02/2018 – “Chi voterò alle elezioni? Questo me lo tengo per me, ma non voterò certamente il centrosinistra. Sono dell’area del centrosinistra, sono tra i fondatori dell’Ulivo. Ma questo centrosinistra non lo voto”. Lo annuncia ai microfoni di Ecg Regione (Radio Cusano Campus) l’ex leader dell’Idv, Antonio Di Pietro, che spiega: “Dal 5 marzo, però, vorrei contribuire a ricostruire il centrosinistra. Come potrei, tra l’altro, votare il Pd? Per sposarsi bisogna essere in due.

loading…



Quando Renzi mi dice che non mi vuole neanche morto, mica io vado a letto con chi non mi vuole. Mi hanno tirato per la giacchetta in Molise per candidarmi, poi Renzi mi ha escluso, dandomi del giustizialista e del populista. Si è fatto attorno una corte di cortigiani, vuole governare portando il partito dal 40% al 20%.

Il giorno dopo le elezioni il Pd si dovrà interrogare sulla propria classe dirigente”. L’ex magistrato aggiunge: “In questa campagna elettorale sono assente, completamente assente. Se tutto ciò che ci stanno promettendo dovesse avverarsi saremmo tutti ricchi, contenti, vivremmo duecento anni, saremmo sulla luna e non ci ammaleremmo mai.



E’ una campagna elettorale lunare, fanno a gara a chi la spara più grossa”. Di Pietro si pronuncia anche sulla querela di Silvio Berlusconi nei confronti del deputato uscente del M5S, Alessandro Di Battista, reo di aver letto, durante il suo comizio ad Arcore, la sentenza della Cassazione che ha condannato Marcello Dell’Utri a 7 anni di carcere per concorso esterno a Cosa Nostra: “Quando si fa una querela, si fa un’arma a doppio taglio perché, se quello che ha detto Di Battista è vero, Berlusconi si becca la calunnia. Se fossi il suo avvocato gli sconsiglierei di querelare Di Battista, che ha solo letto il passo di una sentenza. Il problema non è quel che ha detto Di Battista, ma quel che ha fatto Berlusconi”.

Di Pietro come fa a fidarsi di renzi o del pd? Il PD ha fatto di tutto per farla uscire dal centro sinistra quando ne faceva parte con l’IDV , mi spiace ma il PD è il partito peggiore il partito più schifoso degli ultimi decenni, un partito che si definisce a torto di sinistra , quando ha fatto leggi peggiori del PDL danneggiando i lavoratori . Il PD e anche il partito che ha fatto più leggi a favore delle banche e contro il popolo , è quello del MPS, banca Etruria etc etc , quello che desiderava come del resto il PDL smantellare la costituzione , è quello del pareggio di bilancio in costituzione , quello che ha firmato il MES , quello degli F35 , quello che più di ogni altro partito ha svenduto le aziende di stato quando prodi era presidente dell’Iri , la maggior parte a favore di de benedetti che li ha rivenute ad aziende straniere 20 volte di quante acquistate ma cosa ancora più ignobile qualcosa rivenduta allo stesso stato per cifre pazzesche.


Certo non si chiamava PD , ma i nomi servono a poco , anche berluska ha cambiato nome al partito ma la gente , il contenuto resta lo stesso. Mi spiace signor Di Pietro che lei ancora oggi saluti qualcuno del PD , per non parlare di quelle persone che ancora oggi malgrado quello che hanno fatto si fidano rinnovando la fiducia a chi ha distrutto l’Italia e presente e futuro degli italiani .

CONTINUA A LEGGERE >>
Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere. Più persone stanno leggendo il nostre le nostre notizie selezionate dai maggiori media locali e internazionali, ma le entrate pubblicitarie attraverso i media stanno calando rapidamente. Vogliamo mantenere la nostra rassegna stampa più aperta possibile. Quindi puoi capire perché dobbiamo chiedere il tuo aiuto.
Diventa sostenitore L’Onesto clicca mi piace sulla pagina facebook
Puoi farlo anche con una donazione tramite Paypal cliccando sul tasto: (Donazione Minima 5€), si accettano eventuali proposte di collaborazioni:





Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.


Get Widget