Censura Lorenzin: ‘Il Sindaco blocchi la proiezione del film Vaxxed’

16/02/2018 – ‘Poiche’ apprezzo la sua sensibilita’ verso questo tema, le chiedo una ferma e autorevole presa di posizione nei confronti dell’evento, allo scopo di evitare i possibili pericoli determinati dalla diffusione presso i cittadini di messaggi privi di alcun fondamento scientifico, a tutela del bene primario della salute pubblica’. Si rivolge cosi’ Beatrice Lorenzin, ministro della Salute e candidato all’uninominale di Modena, in una Lettera era al sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli.

Il capitolo resta quello dei vaccini e delle vaccinazioni, dopo che la federazione dei pediatri di Modena, in una propria missiva del 10 febbraio, ha spronato Muzzarelli a bloccare un film a tema in citta’. Si tratta di Vaxxed, in programma il 28 febbraio alla sala privata Astra.

loading…



Se non sara’ automatico per il sindaco ordinare ‘bavagli’, al di la’ della piena sintonia sui vaccini col ministro, la stessa Lorenzin ci prova. ‘Egregio sindaco- si rivolge a Muzzarelli la candidata di Civica popolare alleata del Pd- faccio riferimento alla lettera dello scorso 10 febbraio, a me pervenuta per conoscenza, con cui la segretaria provinciale della Federazione italiana medici pediatri (Fimp) di Modena le chiede di ritirare il permesso con cui avrebbe autorizzato la proiezione del film ‘Vaxxed’ di Andrew Wakefield’, dunque programmata per lunedi’ 26 nella sala Astra. Va al punto Lorenzin: ‘Condivido pienamente le preoccupazioni rappresentate dalla Fimp di Modena, in quanto si tratta dell’ennesimo tentativo di far ritornare alla ribalta della cronaca una pellicola che si prefigge il solo scopo di propagandare in tema di vaccini posizioni settarie e destituite da ogni fondamento scientifico’

Insiste il ministro nella missiva al sindaco: ‘I contenuti ideologici che si intendono veicolare tra i cittadini attraverso detta pellicola sono contrari alle evidenze scientifiche, come hanno confermato diverse recenti sentenze della Corte di Cassazione che hanno smentito quella che sta diventando una delle maggiori e piu’ pericolose fake news a livello mondiale: la correlazione tra vaccini e autismo’. Conclude Lorenzin riferendosi a Muzzarelli: ‘Come le e’ noto, il Governo italiano e’ particolarmente impegnato sul tema della vaccinazione, avendo approvato il decreto legge 7 giugno 2017, n. 73, convertito dal Parlamento, con modificazioni, nella legge 31 luglio 2017, n. 119, la cui legittimita’ e’ stata di recente confermata dalla Corte Costituzionale, con la sentenza del 18 gennaio 2018, n. 5′.



E il sindaco risponde: ‘Caro Ministro, non sono io che decido’

‘Cara ministra Lorenzin, desidero innanzitutto precisarti che non ho autorizzato alcuna proiezione del film che mi segnali, perche’ non rientra tra le mie competenze autorizzare o censurare iniziative private. Nel merito, sono d’accordo con te’. Inizia cosi’ la risposta del sindaco di Modena, Gian Carlo Muzzarelli, al ministro della salute Beatrice Lorenzin, a proposito del ritorno del film ‘Vaxxed’ in citta’ e sulla richiesta scritta del ministro, inviata a Muzzarelli di ritirare ‘il permesso con cui avrebbe autorizzato la proiezione del film ‘Vaxxed’ di Andrew Wakefield’ in programma lunedi’ 26 nella sala Astra.§

Muzzarelli, rispondendo al ministro candidato a Modena alle elezioni politiche, pur ricordandole di fatto ‘di avere sbagliato indirizzo’ si dichiara d’accordo sul merito: ‘I promotori della proiezione diffondono falsita’ antiscientifiche e sollecitano comportamenti dannosi per la salute delle persone e in particolare dei piu’ deboli. Chiedero’ quindi all’Azienda sanitaria una presa di posizione autorevole contro i contenuti del film ‘Vaxxed’ ed auspico- precisa il sindaco- che gli Ordini professionali che si sono rivolti a noi con comprensibile e condivisibile sdegno prendano pubblicamente posizione’. In ogni caso, conclude il sindaco di Modena, ‘chi diffonde false informazioni e vuole suscitare paure irrazionali, per ignoranza o per interessi personali, va smascherato con fermezza politica e con tutti i mezzi previsti dalla legge’.


Aimi (FI): ‘Doppio scivolone del ministro Lorenzin. Censura inviata all’indirizzo sbagliato. Si consiglia una pausa’

‘L’iperpresenzialismo ed interventismo elettorale del ministro e candidato Beatrice Lorenzin gioca brutti scherzi. Nella richiesta al sindaco di vietare la proiezione in una sala privata modenese di un film anti-vaccini è scivolata due volte su una buccia di banana. Al di la di come la si pensi sui vaccini, e non è questo il punto, l’intervento del candidato Lorenzin in veste di Ministro per fare pressione su un’amministrazione comunale al fine di vietare la proiezione di un film in una sala privata è una forzatura istituzionale che non fa onore né a lei come politico né alle istituzioni che rappresenta. E per lo più se l’istituzione sulla quale si fa pressione è quella sbagliata, come ha confermato il sindaco di Modena, dichiarando di non avere in materia alcuna competenza e potere istituzionale. Dritto e rovescio all’indirizzo della Lorenzin che chiude una frenetica giornata elettorale con una doppia non onorevole figura. La campagna elettorale e’ dura e gioca brutti scherzi. Forse dovrebbe concedersi una pausa’ di riflessione.’

A dichiararlo Enrico Aimi, consigliere regionale dell’Emilia Romagna e candidato al Senato per FIFONTE
CONTINUA A LEGGERE >>
VAXXED: il film che terrorizza Big Pharma (correlazione autismo / vaccini) Sottotitoli in Italiano.
Il film “VACCINATI: dall’occultamento alla catastrofe” è stato ritirato dagli organizzatori del Tribeca Film Festival dopo aver subito minacce e pressioni per non mostrare il film a causa del suo contenuto – dicono loro – “controverso“.
Il funzionario alla Salute di New York City, Jane Zucker, ha addirittura rilasciato una dichiarazione a sostegno della censura cinematografica sottolineando, nel suo annuncio pubblico di domenica, che “i vaccini non causano l’autismo“. Però, a nome dei cittadini dello Stato di New York, molte figure di spicco, del mondo medico e giuridico, hanno espresso il totale disaccordo con la dichiarazione della Dottoressa Zucker, chiedendo rispettosamente di fornire degli studi credibili, oltre che una serie di prove inconfutabili, che dimostrino come l’autismo non può essere indotto dai vaccini.
Infatti, alla luce delle frodi reiterate dai CDC di Atlanta e dalle industrie del farmaco, attaccare a prescindere lo studio di Andrew Wakefield, senza fornire ulteriori precisazioni, non rappresenta più una base sufficientemente credibile per qualunque funzionario della Sanità che vuole rivendicare il fatto che i vaccini non causano autismo. In sostanza, la credibilità delle Istituzioni sanitarie è definitivamente crollata dietro ai loro silenzi, alle loro distorsioni e alle loro invenzioni basate sul nulla.
Perché il film Vaxxed è così importante e assolutamente da vedere ?
Il 7 e 8 giugno del 2000 si tenne un Meeting segreto di oltre 50 individui del CDC, OMS, NIH, American Academy of Pediatrics con altri rappresentanti delle lobby farmaceutiche per discutere i dati del CDC Vaccine Data Sets che aveva dimostrato come l’aumento di esposizione al mercurio contenuto nei vaccini aveva incrementato di 11 volte il numero dei bambini con disordini neurocomportamentali.
La conferenza fu convocata per discutere le prove che mostravano chiaramente un collegamento tra i vaccini e le lesioni cerebrali nei bambini. Le trascrizioni della conferenza Simpsonwood mostrano i commenti rilasciati da questi rappresentanti, che avrebbero potuto essere coinvolti in un potenziale contenzioso, e che sarebbero stati “assai problematici” per l’industria.
I presenti concordarono, prima di concludere la conferenza, di nascondere al pubblico le prove delle lesioni cerebrali causate dai vaccini, scoperte ai CDC e dalla Merck, decidendo di tenerle per loro e lontano da “mani meno responsabili…. VIDEO COMPLETO:

Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere. Più persone stanno leggendo il nostre le nostre notizie selezionate dai maggiori media locali e internazionali, ma le entrate pubblicitarie attraverso i media stanno calando rapidamente. Vogliamo mantenere la nostra rassegna stampa più aperta possibile. Quindi puoi capire perché dobbiamo chiedere il tuo aiuto.
Diventa sostenitore L’Onesto clicca mi piace sulla pagina facebook
Puoi farlo anche con una donazione tramite Paypal cliccando sul tasto: (Donazione Minima 5€), si accettano eventuali proposte di collaborazioni:





Comments are closed.


Get Widget