Dieci anni di violenze subite. Uccide il marito violento e mura il cadavere nel cemento. Condannata a 3 anni


27/03/2018 – Polemiche in Francia dopo la sentenza che ha condannato a 3 anni di carcere (contro i 20 che chiedeva l’accusa) una donna, Edith Scaravetti, colpevole di aver ucciso il marito violento con una carabina e averlo murato nel cemento. La sentenza di Tolosa è stata presa dopo che i giurati hanno tenuto in considerazione il peso delle violenze subite per anni dalla donna e la sua versione secondo la quale non sapeva che l’arma con cui ha ucciso il marito fosse carica.

loading…



La condanna a tre anni è stata pronunciata per “omicidio involontario” ed ha suscitato la violenta protesta in aula dei familiari del defunto. Anche perché Edith Scaravetti, in carcere dal 21 novembre 2014 (alla scoperta del cadavere del marito, tre mesi dopo la morte) è rientrata libera a casa in serata. Gli avvocati dell’imputata hanno descritto durante il processo la personalità del marito, Laurent Baca, “uomo che esigeva tutto, che ha fatto vivere per 10 anni un vero calvario a Edith Scaravetti”, fatto di “violenze fisiche, psichiche e sessuali. Per questo non potete giudicare Edith Scaravetti come una volgare assassina”. (Leggo.it)

CONTINUA A LEGGERE >>
Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere.
Più persone stanno leggendo il nostre le nostre notizie selezionate dai maggiori media locali e internazionali, ma le entrate pubblicitarie attraverso i media stanno calando rapidamente. Vogliamo mantenere la nostra rassegna stampa più aperta possibile. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire.
Puoi farlo anche con una donazione tramite Paypal cliccando sul tasto: (Donazione Minima 5€), si accettano eventuali proposte di collaborazioni:





Comments are closed.


Get Widget