Stadio Roma, Bechis inchioda PD e FI: “Chi si scandalizza ha preso soldi da Parnasi, solo il M5S non ha preso soldi”

18/06/2018 – Gran parte della stampa utilizzando monconi di intercettazioni sostiene che Luca Parnasi, il costruttore dello stadio di Roma arrestato per corruzione, era il vero padre del governo Lega-M5s. In effetti in una intercettazione lui dice: “il governo l’ho fatto io”. Ma più in là spiega il governo che stava facendo: “M5s-Pd-Fi-Lega-Fratelli di Italia”. Mancava solo il povero Piero Grasso con la sua Leu. Ipotesi così non sono mai esistite, quindi è evidente che stava dicendo una panzana sciorinando l’elenco del telefono. E un elenco in effetti c’è: quello dei politici che Parnasi finanziava da anni. Anche nel precedente consiglio comunale, assai più rilevante di questo, perché fu quello che con Ignazio Marino sindaco diede il via libera allo stadio. Con il nuovo consiglio quel progetto è stato solo modificato, ma non ideato.

loading…



Ecco i beneficiari della generosità olimpica di Parnasi. Nel centro destra aiutò ad esempio Giordano Tredicine con 30 mila euro divisi fra 6 società (ogni contributo appunto da 5 mila euro). Ma finanziò anche Giovanni Quarzi e Marco Pomarici (5 mila euro a testa), Lavinia Mennuni (27 mila euro divisi fra più società), Davide Bordoni (15 mila euro divisi fra 3 società), Sveva Belviso (5 mila euro), Gianni Alemanno (35 mila euro divisi fra più società) e l’esponente di Fratelli di Italia, Dario Rossin (10 mila euro). Nel Pd Parnasi finanziò Andrea Tassone (15 mila euro). Francesco D’Ausilio (20 mila euro divisi fra più società), Cecilia Fannunza (2.500 euro), Fabrizio Panecaldi (10 mila euro), Giovanni Paris (5 mila euro), Antonio Stampete (10 mila euro), Andrea Santoro (15 mila euro).


Contributi dati anche ad altre liste civiche o a quelle che supportavano Alfio Marchini nella sua prima corsa al comune di Roma. Da Parnasi arrivarono finanziamenti ad Alessandro Onorato (20 mila euro) e Cosimo di Noi (3.500 euro) della stessa lista. Anche 5 mila euro per Luca Giansanti della lista civica per Marino sindaco e 25 mila euro a Ignazio Cozzoli Poli della lista Cittadini per Roma. Gli unici consiglieri comunali a non essere stati finanziati da Parnasi sono proprio quelli del Movimento Cinque Stelle, che non accettano finanziamenti da imprenditori prima della campagna elettorale. [di FRANCO BECHIS]
CONTINUA A LEGGERE >>


Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere.
Più persone stanno leggendo il nostre le nostre notizie selezionate dai maggiori media locali e internazionali, ma le entrate pubblicitarie attraverso i media stanno calando rapidamente. Vogliamo mantenere la nostra rassegna stampa più aperta possibile. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire.
Puoi farlo anche con una donazione tramite Paypal cliccando sul tasto: (Donazione Minima 5€), si accettano eventuali proposte di collaborazioni:




Comments are closed.


Get Widget