Toninelli replica a Chiamparino: “Il governo è cambiato, fattene una ragione”

19/06/2018 – Il ministro ribatte al governatore: “Stiamo lavorando alacremente per una project review di certe importanti opere della sua regione. E quando sarà il momento saremo noi a convocare un tavolo istituzionale”. “Il governo è cambiato, Sergio Chiamparino se ne faccia una ragione”. Con una nota piuttosto puntuta il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, uomo forte del Movimento 5 stelle, replica al governatore e a quegli esponenti del Pd che hanno parlato di “sgarbo istituzionale” per la mancata partecipazione di esponenti leghisti e grillini al vertice sull’alta velocità fra Torino e Lione, convocato questa mattina in piazza Castello. “Non abbiamo affatto mancato di rispetto istituzionale al presidente della Regione – afferma Toninelli -. Lo spazio per l’interlocuzione con lui è stato e sarà sempre aperto. Sa bene che il mio ministero sta lavorando alacremente per una project review di certe importanti opere della sua regione. E quando sarà il momento saremo noi a convocare un tavolo istituzionale con tutte le parti in causa”.

loading…



Affermazioni che lette in filigrana mirano a stoppare il protagonismo del governatore, deciso a trasformare la Tav in una battaglia caratterizzante dei prossimi mesi. “Il governo è cambiato – è la chiosa del ministro – forse il presidente Chiamparino ha difficoltà a farsene una ragione”. Nella controreplica il governatore manifesta una punta di sarcasmo: “Ringrazio il ministro Toninelli per la disponibilità, mi fa molto piacere sapere che le porte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti siano sempre aperte, preferirei avere un’indicazione precisa dell’ora e del giorno, in modo da prenotare per tempo il treno.


Per quanto riguarda le project reviews “di certe importanti opere della nostra regione”, se non sono già preordinate e se si vogliono davvero acquisire tutti i punti di vista, sarebbe opportuno essere consultati prima della loro messa a punto, magari assieme a esponenti del mondo economico piemontese, pienamente consapevole del recente cambio di governo”.
Risponde piccato anche il capogruppo della Lega alla Camera e segretario regionale del Piemonte, Riccardo Molinari: “Se un governatore fantasma, sparito da Torino e dal Piemonte, si ricorda di esistere solo per attaccare Salvini e la Lega, significa che l’incontro di stamane sulle infrastrutture era solo un pretesto”. Per il numero uno del Carroccio “dopo quattro anni di anonimato, in cui la Regione ha dovuto affrontare altre emergenze e altre priorità sono tuttora in agenda in attesa di risposta, Chiamparino si sveglia tardi e male”. – FONTE
CONTINUA A LEGGERE >>
Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere.
Più persone stanno leggendo il nostre le nostre notizie selezionate dai maggiori media locali e internazionali, ma le entrate pubblicitarie attraverso i media stanno calando rapidamente. Vogliamo mantenere la nostra rassegna stampa più aperta possibile. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire.
Puoi farlo anche con una donazione tramite Paypal cliccando sul tasto: (Donazione Minima 5€), si accettano eventuali proposte di collaborazioni:




Comments are closed.


Get Widget