Palermo, ecco il progetto del porto della Bandita: sarebbe il più grande del Sud

25/07/2018 – Costerebbe cinque miliardi e, secondo l’Eurispes, darebbe lavoro a 435mila persone. Eurispes presenta il progetto del porto hub di Palermo, una grande piattaforma alla Bandita, che comprende la riqualificazione della foce del fiume Oreto e della costa sud orientale della città. Si tratta di un piano che, al momento, è ancora nella fase della fattibilità tecnica ed economica e che per essere realizzato deve avere l’ok del ministero delle Infrastrutture, Regione e Comune, ma che farebbe di quello di Palermo il più grande porto del sud Italia. Nell’attesa, l’Eurispes, il centro studi fondato da Gian Maria Fara, snocciola alcuni dati. La piattaforma sarà collegata con la costa all’altezza della Bandita, formando con essa una baia larga circa 300 metri e lunga tre chilometri, destinata agli sport acquatici e con 200 posti per le imbarcazioni da diporto in transito. Lungo la baia sarà realizzata una spiaggia, in parte libera e in parte attrezzata e, poi, impianti sportivi all’aperto per 10 ettari, un parco urbano sul mare e spazi per il tempo libero con punti ristoro e negozi.
loading…
Nello spazio compreso tra quest’area e la statale 113 verrà realizzata una strada panoramica che parte con un nuovo ponte sull’Oreto per giungere sino alla Bandita. A valle della strada una pista ciclabile ed una per il running lunghe tre chilometri che, attraverso un ponte ciclopedonale, arrivano al porto turistico. Tutti i dettagli del progetto saranno forniti martedì 24 luglio durante una conferenza a Palazzo d’Orleans. “E’ straordinaria proposta per Palermo e per la Sicilia – dice il presidente di Eurispes, Gian Maria Fara – un’opera che avrebbe un grande ritorno economico e che creerebbe le condizioni per un reale sviluppo del territorio e per la sua crescita sociale e occupazionale”. “Le caratteristiche tecniche di quest’opera – dice il progettista Giovan Battista Rubino – ne fanno il porto più importante del Mediterraneo europeo, in grado di movimentare 16 milioni di container all’anno contro i 5 milioni del porto di Valencia, i 3 milioni di quello di Gioia Tauro, e i 2 milioni circa dei porti di Barcellona e Genova”. L’opera, che ha un costo di 5 miliardi di euro, potrà essere finanziata prevalentemente con capitali privati. – FONTE CONTINUA A LEGGERE >> Dal momento che sei qui…. … abbiamo un piccolo favore da chiedere. Più persone stanno leggendo il nostre le nostre notizie selezionate dai maggiori media locali e internazionali, ma non riceviamo alcuna forma di sostegno economico. Vogliamo mantenere la nostra rassegna stampa più aperta possibile. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire.

Se segui Lonesto.it fai una donazione! Grazie al tuo contributo, ci aiuterai a mantenere la nostra indipendenza Dona oggi, e rimani informato anche domani. (Donazione Minima 5€):

Comments are closed.


Get Widget
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com