PERMESSO DI SOGGIORNO NEGATO DAL GIUDICE, I MIGRANTI DISTRUGGONO IL CENTRO

30/07/2017 – Altissima tensione in un centro di accoglienza di Segariu, un permesso di soggiorno negato dal Giudice avrebbe fatto scatenare l’inferno con l’intervento delle forze dell’ordine: “A colpi di mazze – denuncia il leader di Unidos, Mauro Pili – l’edificio è stato letteralmente distrutto, vetri infranti, spaccati mobili e attrezzature, ridotte a frammenti le luci esterne dello stabile, tutti gli immigrati ospitati nel centro sono stati trasferiti in un’altra struttura”.

Non ha diritto di stare in Italia perché clandestino: migrante impazzisce e distruggere il centro d’accoglienza a Segariu, nel cagliaritano, colpi di mazza. La denuncia del leader di Unidos Mauro Pili.

loading…



Le immagini parlano da sole: si vedono dei vetri rotti, idem alcune lampade e pezzi di quello che sembrerebbe cemento. A pubblicarle su Facebook è il leader di Unidos Mauro Pili. Si tratterebbe di una struttura che ospita persone che richiedono accoglienza: “Altissima tensione in un centro di accoglienza di Segariu. Un permesso di soggiorno negato dal giudice avrebbe fatto scatenare l’inferno con l’intervento delle Forze dell’ordine”.

Pili spiega che “a colpi di mazze il centro è stato letteralmente distrutto, vetri infranti, spaccati mobili e attrezzature, ridotte a frammenti le luci esterne dello stabile. Tutti gli immigrati ospitati nel centro sono stati trasferiti in un’altra struttura”.

CONTINUA A LEGGERE >>


Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere.
Più persone stanno leggendo il nostre le nostre notizie selezionate dai maggiori media locali e internazionali, ma non riceviamo alcuna forma di sostegno economico. Vogliamo mantenere la nostra rassegna stampa più aperta possibile. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire.

Se segui Lonesto.it
fai una donazione!
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Dona oggi, e rimani informato anche domani.
(Donazione Minima 5€):




Comments are closed.


Get Widget