L’AVVOCATA BUONISTA? PRIMA DIFENDE I DIRITTI DEI MIGRANTI, POI IN TRENO VIENE MASSACRATA DI BOTTE

14/09/2018 – Picchiata in treno da due donne per uno scambio di posti, ecco cosa aveva ‘osato’ chiedere ad una coppia senza biglietto. l’episodio vede come persona offesa un’avvocata genovese ed è al vaglio del tribunale di Alessandria, dove oggi si è celebrata un’udienza del processo alle imputate, due cittadine marocchine di 54 e 25 anni, madre e figlia.

Il 12 marzo 2013, l’avvocata, insieme con i praticanti del suo studio, stava rientrando a Genova dopo avere sostenuto a Torino una causa per una vicenda legati ai diritti di alcuni migranti: sul treno, i posti che aveva prenotato erano occupati dalle due marocchine, dunque la donna e i suoi collaboratori decisero di sedersi altrove.

loading…



Quando il capotreno disse loro di spostarsi dove indicato dal biglietto, l’avvocata si avvicinò alle due donne invitandole ad alzarsi: a quel punto fu afferrata per i capelli e colpita con calci e pugni, riportando fratture e varie lesioni giudicate guaribili in 45 giorni; a svolgere gli accertamenti fu la polizia Ferroviaria di Novi Ligure. La prossima udienza del processo è in programma il 22 novembre.
CONTINUA A LEGGERE >>


Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere.
Scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un SITO di informazioni come Lonesto.it significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale, basta davvero poco. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire senza pubblicità.

Se segui Lonesto.it
fai una donazione!
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Dona oggi, e rimani informato anche domani.
(Donazione Minima 5€):




Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.


Get Widget