Omicidio Desirée, gli arrestati presentano istanza di scarcerazione

06/11/2018 – Tre degli stranieri accusati di aver ucciso Desirée nel palazzo occupato di San Lorenzo – attraverso i loro avvocati – hanno presentato istanza al tribunale del Riesame per chiedere la revoca o la sostituzione delle misure cautelari. Il tribunale della Libertà fisserà udienza nei prossimi giorni, forse già entro la fine della settimana.

Nei confronti di Mamadou Gara di 27 anni, del 43enne Brian Minteh e di Chima Alinno, 46 anni, la procura contesta i reati di omicidio, violenza sessuale e cessione di stupefacenti.

loading…



Stessi reati sono contestati a Yusif Salia, il cittadino ghanese di 32 anni attualmente detenuto a Foggia e per il quale il gip pugliese ha convalidato il fermo, anche se ora la Procura di Roma dovrà rinnovare la richiesta della misura cautelare al giudice per le indagini preliminari capitolino. C’entra la droga? Gli inquirenti stanno cercando di capirlo e hanno già fermato tra persone con l’accusa di stupro ed omicidio. All’appello manca ancora qualche sospettato, ma la volontà è quella di dare giustizia ad una giovane ragazza, che non può più avere voce. Negli ultimi giorni gli accusati del terribile omicidio hanno presentato, però, istanza al tribunale del Riesame. L’obiettivo, perseguito attraverso i propri avvocati, è ottenere la revoca o la sostituzione delle misure cautelari. In poche parole: vogliono la scarcerazione.


la Procura di Roma deve decidere
La procura ha mosso decisa le sue accuse: Mamadou Gara di 27 anni, 43enne Brian Minteh di 43 anni e Chima Alinno di 46 anni sono stati indicati come responsabili per i reati di omicidio, violenza sessuale e cessione di stupefacenti. Gli stessi reati sono stati contestati a Yusif Salia, il cittadino ghanese di 32 anni attualmente detenuto a Foggia. Per quest’ultimo il gip pugliese ha già convalidato il fermo, ma alla Procura di Roma spetterà rinnovare la richiesta di rinnovo della misura cautelare. Al giudice spetta l’ultima parola: i presunti assassini di Desirée saranno scarcerati?
CONTINUA A LEGGERE >>


Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere.
Scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un SITO di informazioni come Lonesto.it significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale, basta davvero poco. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire senza pubblicità.

Se segui Lonesto.it
fai una donazione!
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Dona oggi, e rimani informato anche domani.
(Donazione Minima 5€):




Comments are closed.


Get Widget