Imprenditore trova 700 kg di cocaina in conceria dentro container di pelli per un valore di circa 80 milioni

02/12/2018 – Un container che non doveva arrivare in quel posto ma chissà dove. Si tratta di un container pieno di droga, si parla di quasi 700 chili di cocaina, per un valore stimato di almeno 80 milioni di euro che è stato sequestrato in queste ore presso una conceria a Zermeghedo in provincia di Vicenza. Il container è giunto nella ditta ma, sotto il normale carico di pellami, gli operati addetti allo scarico hanno trovato centinaia e centinaia di panetti di cocaina in cristalli. Chiamato il titolare, sono stati subito allertate le pattuglie delle forze dell’ordine di Vicenza. È il più grande sequestro di droga mai avvenuto nel Vicentino, e uno dei più ingenti anche d’Italia. Le indagini proseguono serrate con il massimo riserbo e si concentrano negli ambienti della criminalità organizzata.

Quasi settecento chili di cocaina nascosti sotto uno strato di pellame: è il carico, inaspettato, sorprendente, che un imprenditore conciario si è visto consegnare in ditta giovedì. Ma non era il container di pelli che si aspettava: lì c’erano 690 panetti da un chilo ciascuno di cocaina purissima. Partita a quanto pare dal Brasile e transitata per il Portogallo. Un vero tesoro illegale: una volta tagliata e immessa sul mercato la sostanza stupefacente avrebbe potuto valere anche 70-80 milioni di euro. Al titolare di conceria non è rimasto che chiamare i carabinieri della compagnia di Valdagno e avvisarli di quella consegna sbagliata. L’errore forse durante l’assegnazione del numero per i container in arrivo dal Brasile al Portogallo.

loading…



Camionista e imprenditori estranei al fatto
Un carico, secondo gli investigatori, che sarebbe opera della criminalità organizzata, che avrebbe preso accordi con i narcos sudamericani. Ma chi ci sia effettivamente dietro il carico di record dovranno scoprirlo i carabinieri del Ros che stanno conducendo ora le indagini. Di certo il camionista che ha consegnato la merce è risultato estraneo al traffico internazionale di droga. E potrebbe non essere un caso che sia finito proprio nel Vicentino, in un’azienda del settore concia, visto che già in passato c’erano stati sequestri di pellame imbevuto di cocaina e visto che il Vicentino è terra di consumo di stupefacenti. [Corriere.it
CONTINUA A LEGGERE >>



Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere.
Scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un SITO di informazioni come Lonesto.it significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale, basta davvero poco. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire senza pubblicità.

Se segui Lonesto.it
fai una donazione!
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Dona oggi, e rimani informato anche domani.
(Donazione Minima 5€):




Comments are closed.


Get Widget