Roma, Trastevere, un Carabiniere ferito con una bottiglia alla testa, ragazzi incappucciati [VIDEO]

17/12/2018 – Trastevere, due carabinieri aggrediti Si indaga per risalire a un gruppo di ragazzi incappucciati, probabilmente tifosi laziali Uno dei Carabinieri è stato ferito alla testa con una bottiglia, l’altro ha la pistola in pugno ma non la utilizza per difendersi, probabilmente preferisce farsi spaccare la testa anziché difendersi e subire un processo e relativa gogna mediatica. Trauma cranico. Il carabiniere colpito ha riportato un trauma cranico giudicato guaribile in 7 giorni. Era impegnato in un servizio notturno a tutela della sicurezza dei cittadini ed è intervenuto in difesa di persone aggredite e impaurite. Sa di aver fatto solo il suo dovere.

Ha estratto la pistola per tenere a distanza gli aggressori, ma ha fatto in modo di non sparare mantenendo fino all’ultimo, in condizioni molto difficili, il sangue freddo e la professionalità dovuti. L’Arma dei Carabinieri gli formula i migliori auguri di pronta guarigione. Salvini: Delinquenti. «Massima solidarietà a questo carabiniere e a tutte le Forze dell’Ordine. Questi non sono tifosi ma sono delinquenti»: su twitter il ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini commenta così l’aggressione al carabiniere poche sere fa a Roma.

loading…



E il video ha raggiunto anche il ministro della difesa Elisabetta Trenta. “I balordi che lo hanno aggredito, pagheranno. Vi assicuro che pagheranno!”, ha dichiarato il ministro della Difesa Elisabetta Trenta, appena rientrata a Roma dall’Afghanistan, Trenta ha telefonato al militare esprimendogli “vicinanza” e lo ha invitato al Ministero della Difesa.

“Sono rientrata a Roma dall’Afghanistan e ho appena visto questo video: un nostro Carabiniere aggredito in pieno centro, a Roma, da un gruppo di uomini incappucciati che gli lanciano contro una bottiglia colpendolo alla testa”, scrive il ministro della Difesa postando su facebook il video dell’aggressione.

“Il carabiniere era intervenuto per individuare i responsabili di un pestaggio, ma il branco, tutti armati di spranghe e bastoni, ha reagito violentemente. Il militare ha dunque estratto l’arma, per tenerli a debita distanza salvaguardando, in questo modo, la propria incolumità -continua Trenta-. L’ho appena sentito per telefono, gli ho espresso la mia vicinanza e quella di tutto il governo, a lui e a l’Arma dei Carabinieri. L’ho ringraziato per la lucidità mostrata durante l’intervento e l’ho invitato al Ministero della Difesa per dirgli personalmente grazie, a nome del Paese”. “Quanto ai balordi che lo hanno aggredito, pagheranno. Vi assicuro che pagheranno!”, conclude il ministro.
CONTINUA A LEGGERE >>



Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere.
Scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un SITO di informazioni come Lonesto.it significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale, basta davvero poco. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire senza pubblicità.

Se segui Lonesto.it
fai una donazione!
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Dona oggi, e rimani informato anche domani.
(Donazione Minima 5€):




Comments are closed.


Get Widget