M5S, espulsi De Falco, De Bonis, Moi e Valli: “Reiterate violazioni dello statuto”

31/12/2018 – Quattro espulsioni e un richiamo. Due casi archiviati e due ancora in attesa di giudizio. È il bilancio M5s di fine anno deciso dal Collegio dei probiviri e pubblicato sul Blog delle Stelle sul caso dei senatori dissidenti pentastellati che si erano opposti al decreto Sicurezza targato Salvini: Gregorio De Falco e Saverio De Bonis (espulsi), Lello Ciampolillo (richiamo); Matteo Mantero e Virginia La Mura `salvi´ (caso archiviato); Elena Fattori e Paola Nugnes in stand by (i procedimenti disciplinari sono ancora pendenti). Ma espulsi sono stati anche i due eurodeputati Marco Valli (per la laurea falsa inserita nel curriculum) e Giulia Moi (per la vicenda Rimborsopoli).

loading…



Immediato il commento del capo politico M5s Luigi Di Maio – che in queste ore si trova in ritiro con Alessandro Di Battista in un luogo top secret vicino a Roma – twitta netto: «Tutti sono importanti, nessuno è indispensabile. Oggi i probiviri si sono espressi con provvedimenti duri e giusti. Chi non sostiene il contratto di governo è fuori dal Movimento. Il rispetto degli elettori viene prima di tutto».


Questo la comunicazione ufficiale sul blog M5s: «Gli iscritti al Movimento 5 Stelle possono essere sottoposti a sanzioni disciplinari per il venir meno dei requisiti di iscrizione e per la violazione dei doveri stabiliti dallo Statuto e dal Codice Etico. Le sanzioni disciplinari applicabili sono: il richiamo, la sospensione, l’espulsione».

De Falco: decisione abnorme e incostituzionale, non me l’aspettavo
“Mi dispiace molto. È una decisione abnorme e incostituzionale, non me l’aspettavo. Confidavo nel fatto che ci fosse uno spazio di democrazia che invece, a quanto pare, non c’è”. Così il comandante Gregorio De Falco commenta la sua espulsione dal M5S decretata dal Collegio dei Probiviri. Il senatore ritiene la sanzione “illegittima” e la lega alla sua astensione al voto di fiducia sulla manovra al Senato “che secondo loro avrei dovuto votare a scatola chiusa”. [LaStampa.it]
CONTINUA A LEGGERE >>



Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere.
Scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un SITO di informazioni come Lonesto.it significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale, basta davvero poco. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire senza pubblicità.

Se segui Lonesto.it
fai una donazione!
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Dona oggi, e rimani informato anche domani.
(Donazione Minima 5€):




Comments are closed.


Get Widget