Giussano: morto il pensionato che ha tentato il suicidio per lo sfratto

01/02/2019 – Non ce l’ha fatta il pensionato di 72 anni di Giussano che mercoledì mattina, 30 gennaio, ha tentato il suicidio nel box di casa dopo la visita (la terza) dell’ufficiale giudiziario per notificargli lo sfratto esecutivo dalla sua abitazione.

Non ce l’ha fatta il pensionato di 72 anni di Giussano che mercoledì mattina, 30 gennaio, ha tentato il suicidio nel box di casa dopo la visita (la terza) dell’ufficiale giudiziario per notificargli lo sfratto esecutivo dalla sua abitazione.

Il pensionato, soccorso nell’immediatezza, in attesa dei medici del 118, da un fabbro, giunto davanti all’abitazione insieme all’ufficiale giudiziario e a un avvocato, era stato ricoverato in codice rosso all’ospedale Niguarda di Milano, dove è deceduto.

loading…



Si era trovato sotto casa per la terza volta l’ufficiale giudiziario con un ordine di sfratto esecutivo e ha tentato il suicidio. Dramma della disperazione a Giussano dove mercoledì 30 gennaio un settantaduenne è stato salvato per miracolo. È in gravi condizioni all’ospedale Niguarda.

Si è trovato sotto casa per la terza volta l’ufficiale giudiziario con un ordine di sfratto esecutivo e ha tentato il suicidio. Dramma della disperazione a Giussano dove mercoledì 30 gennaio un settantaduenne è stato salvato per miracolo e si trova ora in gravi condizioni all’ospedale Niguarda di Milano. L’allarme è scattato attorno alle 9.15 quando l’anziano, italiano, vedovo e con figli, con pensione minima, ha tentato di farla finita nel box auto della sua abitazione

L’uomo, secondo quanto riferiscono i carabinieri, avrebbe accumulato un debito di circa 20.000 euro per mensilità non versate. Alla vista dell’ufficiale giudiziario, giunto sul posto con un avvocato e un fabbro, con la scusa di dover spostare la propria auto, si è momentaneamente allontanato senza fare più ritorno. I presenti hanno quindi raggiunto il box e hanno dato l’allarme. Sul posto si sono portati i carabinieri di Giussano con personale medico.

Dopo tentativi di rianimazione sul posto operati in primo luogo dal fabbro, tramite consulenza telefonica di supporto del 118, e poi dal personale medico prontamente intervenuto, attorno alle 10 il settantaduenne è stato trasportato in codice rosso presso l’ospedale Niguarda. Versa in pericolo di vita. Iniziali accertamenti escludono responsabilità terze. [IlCittadino.it]
CONTINUA A LEGGERE >>



Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere.
Scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un SITO di informazioni come Lonesto.it significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale, basta davvero poco. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire senza pubblicità.

Se segui Lonesto.it
fai una donazione!
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Dona oggi, e rimani informato anche domani.
(Donazione Minima 5€):




Comments are closed.


Get Widget