Reddito di cittadinanza, la Lega prova a silurarlo Pioggia di emendamenti: 2 anni di contributi versati e niente doppio bonus al Sud

13/02/2019 – La Lega va all’assalto del reddito di cittadinanza a colpi di emendamenti restrittivi per stranieri e giovani, fino a entrare in rotta di collisione con i 5 Stelle con la proposta di cancellare il doppio bonus per le assunzioni nel Mezzogiorno. E provocare la reazione indignata della ministra grillina Barbara Lezzi, che si dichiara «basita». Il tutto mentre i vertici della Guardia di Finanza, in vista dell’entrata in vigore del nuovo sussidio, annunciano una serie di misure per evitare che i 7,1 miliardi di fondi pubblici destinati ad oltre 5 milioni di cittadini in povertà finiscano nelle tasche sbagliate: l’input operativo è «assicurare un rafforzamento del presidio ispettivo nel settori della spesa assistenziale» che, in concreto, deve tradursi in una «intensificazione dei servizi in materia di prestazioni sociali agevolate, con particolare riguardo alle misure per il contrasto alla povertà, verosimilmente destinate ad essere assorbite nel reddito di cittadinanza».

loading…



Ma torniamo agli emendamenti al decretone. A fronte di 1.600 proposte di modifica (mille di Fratelli d’Italia, però), è principalmente il partito di Matteo Salvini a intestarsi la battaglia per fissare paletti più severi per la conquista del reddito di cittadinanza. Per gli stranieri, per esempio, si esclude la possibilità che per chiedere il reddito sia sufficiente la presenza di un familiare in possesso di un permesso di soggiorno mentre un altro emendamento stabilisce l’obbligo di certificazione, tradotta in italiano, della composizione del nucleo. In chiave anti-divano, si prevede come requisito che almeno uno dei componenti del nucleo familiare «abbia corrisposto, nei dieci anni precedenti, imposte e contributi da lavoro, in un qualsiasi importo e per almeno 24 mesi, anche non continuativi».

Un altro emendamento chiede che ogni mese arrivi all’Inps l’attestato dell’adempimento degli obblighi prima dell’accredito mensile del reddito. Ai giovani richiedenti il reddito di cittadinanza che abbiano tra i 18 ed i 28 anni si prescrive un anno di servizio civile obbligatorio. Non basta: deve salire da 8 a 36 il tetto di ore che i beneficiari del reddito devono impiegare in servizi resi alla comunità, nell’ambito del Patto per il Lavoro e per l’inclusione sociale. E ancora: il sussidio «può essere rinnovato una sola volta per un periodo pari alla prima erogazione».

Una stretta al reddito in piena regola, insomma, quella proposta dalla Lega. Ma l’iniziativa più dirompente riguarda il sud, con la proposta di bloccare il doppio bonus per chi assume un percettore del reddito di cittadinanza under 35. Una soluzione contro la quale si è scagliata la ministra Lezzi.

Ma anche dai grillini non sono mancate le proposte di aggiustamento del sussidio. Da un lato si punta a ampliare la scala di equivalenza in base alla quale sono selezionate le famiglie beneficiarie del reddito di cittadinanza, per favorire quelle più numerose con figli minori. Dall’altro si chiede di estendere gli incentivi all’assunzione dei percettori del reddito di cittadinanza anche ai datori di lavoro «domestico», dunque per colf e badanti.
Significativi anche gli emendamenti al capitolo pensioni del provvedimento. La Lega punta su uno «sconto-figli» per le mamme che lavorano e a portare a 45 mila euro il Tfr ottenibile dai dipendenti pubblici, mentre i grillini spingono per ampliare la platea di coloro che possono riscattare la laurea a prezzi vantaggiosi, fino a 55 anni età. – FONTE
CONTINUA A LEGGERE >>



Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere.
Scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un SITO di informazioni come Lonesto.it significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale, basta davvero poco. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire senza pubblicità.

Se segui Lonesto.it
fai una donazione!
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Dona oggi, e rimani informato anche domani.
(Donazione Minima 5€):




Comments are closed.


Get Widget