Lupi decapitati nei boschi: ora scattano le indagini dei carabinieri forestali

06/03/2019 – Lupi uccisi e decapitati sul colle dello Scravaion, indagano i carabinieri forestali. Ha destato grande scalpore ed indignazione, in tutta la provincia, il macabro ritrovamento dei due animali seviziati in una zona boschiva ed impervia tra i territori di Bardineto, Erli e Castelvecchio, verificatosi negli scorsi giorni. Una scoperta quasi casuale, sulla quale ora si punta però a fare piena luce: nelle prime ore della mattinata di ieri, infatti, i militari della stazione dei carabinieri forestali di Zuccarello è intervenuto sul posto.

loading…



Le carcasse dei due animali, un maschio ed una femmina, individuate in una scarpata non distante dalla Rocca Barbena, sono state recuperate e poste sotto sequestro, a disposizione delle autorità. Inoltre, configurandosi l’ipotesi di un illecito penale, del caso è stato formalmente avvisato anche il magistrato. Sui resti degli animali sarà anche eseguita un’indagine necroscopica, tramite l’istituto zooprofilattico: per i due lupi, che secondo gli esperti potrebbero essere morti già da diversi giorni (e quasi certamente uccisi in un luogo diverso da quello del ritrovamento, vista anche la vicinanza di una strada, dalla quale le carcasse potrebbero essere state gettate da un auto), resta infatti da stabilire quali siano le cause della morte, e se si tratti effettivamente di lupo o di esemplari ibridi.

Le indagine sono in corso, anche con il supporto della vigilanza venatoria regionale: tra le ipotesi più accreditate, al momento, considerata anche la mancanza delle teste, figura quella del bracconaggio. Ma per quel che riguarda le morti di lupi nell’area tra Liguria e Piemonte, a preoccupare sono ora anche i numeri: in Piemonte sarebbero 27 gli esemplari morti nell’ultimo anno, 13 dei quali investiti lungo le strade e uno avvelenato. Nel Savonese, poi, sono 3 quelli trovati morti solo negli ultimi dieci giorni (oltre agli ultimi due, anche quello investito la scorsa settimana sulla massicciata della ferrovia, a Rocchetta di Cairo), a fronte per altro di numerosi avvistamenti in tutto l’entroterra dall’inizio dell’anno. – FONTE
CONTINUA A LEGGERE >>



Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere.
Scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un SITO di informazioni come Lonesto.it significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale, basta davvero poco. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire senza pubblicità.

Se segui Lonesto.it
fai una donazione!
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Dona oggi, e rimani informato anche domani.
(Donazione Minima 5€):




Comments are closed.


Get Widget