«Mazzacurati, sequestrate la casa a Cortina». Soldi illeciti usati per acquisiti immobiliari

11/04/2019 – 50 mila euro al mese di solo stipendio. Più rimborsi, benefit e «premi di risultato»: 200 mila euro l’anno in caso di bilancio in pareggio, lo 0,4 per cento sui valori dei contratti firmati dal Consorzio anche se con un «tetto massimo di 400 mila euro». 54 milioni di euro in trent’anni, di cui 32 negli ultimi otto. Sempre senza contare gli «extra».

Emergono i particolari del contratto dorato che il padre padrone del Consorzio Venezia Nuova Giovanni Mazzacurati aveva strappato per sé. Il direttore-presidente gestiva in regime di monopolio assoluto e senza controlli i miliardi del Mose. E di soldi parlava spesso, anche nelle frequentissime telefonate con la moglie Rosangela Taddei. Stipendi, rimborsi, case, mutui da pagare per le case dei cinque figli. Ma anche biglietti aerei, pranzi, motoscafi. Non solo per servizio.

loading…



Intanto nel corso degli anni Giovanni Mazzacurati ha investito i proventi della sua attività, anche quelli illeciti, acquistando numerosi beni immobili e intestandoli «a figli, coniuge ed affini». Lo sostiene la Procura della Corte dei conti sulla base di una lettera, sequestrata nel corso delle indagini sullo scandalo Mose, nella quale l’avvocatessa romana Francesca Morlino trasmetteva al commercialista dell’ex presidente del Consorzio Venezia Nuova, il padovano Francesco Giordano, L’elenco beni immobili di proprietà della famiglia Mazzacurati, acquistati con denaro dell’ing. Mazzacurati. Quel documento, che doveva servire per regolare le questioni ereditarie, è diventato uno degli elementi di prova utilizzati dal viceprocuratore Alberto Mingarelli per dimostrare che i due milioni e mezzo di euro utilizzati nel 2012 per acquistare un lussuoso appartamento a Cortina, intestato alla moglie di Mazzacurati, Rosangela Taddei (priva di alcun reddito, secondo la Guardia di Finanza) provenivano dai fondi illeciti accumulati a suon di false fatture dal marito, all’epoca ancora potentissimo….[CONTINUA]
CONTINUA A LEGGERE >>
VIDEO CORRELATI:



Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere.
Scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un SITO di informazioni come Lonesto.it significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale, basta davvero poco. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire senza pubblicità.

Se segui Lonesto.it
fai una donazione!
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Dona oggi, e rimani informato anche domani.
(Donazione Minima 5€):




Comments are closed.


Get Widget