Menu
Categories
Codacons: 70mila attacchi, patentino obbligatorio per certe razze di cani
maggio 9, 2019 Ambiente e salute

09/05/2019 – Un pitbull ha aggredito nella giornata di ieri due sorelline di 18 mesi e 12 anni, ferendo in modo grave la più piccola. L’episodio è avvenuto ieri in tarda serata in una villetta di Santhià, in provincia di Vercelli. Il cane, che vive con la famiglia, ha attaccato all’improvviso le due bimbe, morsicandole in più parti del corpo. Ad avere la peggio la sorellina di un anno e mezzo, trasportata con l’elisoccorso in codice rosso all’ospedale infantile Regina Margherita di Torino. Meno grave l’altra bimba, che ha riportato ferite più lievi ed è stata portata in ospedale a Vercelli. La bambina di 18 mesi ha riportato profonde ferite al volto. La piccola, intubata, è ricoverata nel reparto di rianimazione . Durante la notte è stata operata dai chirurghi plastici e maxillo-facciali. La sorella di 12 anni, trasportata dal 118 all’ospedale di Vercelli, ha riportato ferite a un braccio e a un labbro.

loading…



Sempre ieri una 85enne di Mondragone, in provincia di Caserta, è in gravi condizioni dopo essere stata aggredita da due pitbull di proprietà della nipote. La donna, ricoverata d’urgenza al pronto soccorso, ha riportato profonde ferite alla testa e a un braccio. Altre tre persone, intervenute in soccorso dell’anziana, sono state costrette a cure mediche. I due cani sono stati affidati al personale Asl del servizio veterinario.

Codacons: 70mila le aggressioni, patentino obbligatorio per chi possiede alcuni tipi di cani. In Italia si registrano ogni anno 70mila casi di aggressioni all’uomo da parte di cani: lo rende noto il Codacons che fa riferimento all’ultimo episodio registrato nel vercellese, dove due bambine sono state azzannate da un pitbull. «Al di là del caso specifico e delle dinamiche che hanno causato l’aggressione, è indubbio che esistano razze di cani potenzialmente pericolose per l’uomo – afferma il Codacons -. Indipendentemente dall’ educazione che si dà al proprio animale, è universalmente riconosciuto che esistono razze, come i pitbull o i rottweiler, che per le loro caratteristiche (potenza, robustezza, dentatura) possono provocare ferite letali in caso di morsicatura. Per questo motivo – prosegue l’associazione – chiediamo da tempo un patentino obbligatorio per chi possiede cani particolarmente potenti e potenzialmente pericolosi. Il morso di un volpino, infatti, non causa certo le stesse ferite del morso di un rottweiler o di un pitbull. L’ aver eliminato la lista delle 17 razze di cani a rischio introdotte dall’ ex Ministro Sirchia ha di fatto cancellato qualsiasi obbligo per i loro proprietari, con conseguenze negative sul fronte della sicurezza, e ha portato ad un aumento di attacchi».
CONTINUA A LEGGERE >>
VIDEO CORRELATI:



Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere.
Scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un SITO di informazioni come Lonesto.it significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale, basta davvero poco. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire senza pubblicità.

Se segui Lonesto.it
fai una donazione!
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Dona oggi, e rimani informato anche domani.
(Donazione Minima 5€):




Comments
Comments are closed
*