Il medico abortista Silvio Viale, candidato di +Europa: “I feti li frulliamo perché vengono aspirati….”

18/05/2019 – In una scioccante intervista a La Zanzara, riportata da Dagospia, il medico abortista Silvio Viale, candidato di +Europa, ammette di aver praticato nella sua carriera circa diecimila aborti. Sostiene di fregarsene se lo chiamano dottor morte, perché, dice lui, la morte fa parte della vita. Né gli importa se lo considerano un pluriomicida. Nell’intervista sostiene anche di non essersi mai pentito, pur ammettendo che qualche volta non era la soluzione migliore. Quanto alla frase choc che i feti vengono frullati, il candidato alle europee ammette di averla detta ma in condizioni molto particolari: “Frullare l’ho pronunciata in polemica quando si discuteva dell’aborto farmacologico e della pillola abortiva, circondato da persone che me ne dicevano di tutti i colori. Di fatto i feti vengono frullati perché vengono aspirati. Tecnicamente è un’aspirazione elettrica.

loading…



Quindi con un aspiratore si aspira e il feto finisce in un contenitore. Da lì a frullare la differenza è poca. Di fatto è la stessa cosa. Dopo di che si usano anche altre pinze, c’è il raschiamento, cioè l’aborto chirurgico che è un intervento traumatico”, dice nella spaventosa intervista a La Zanzara. Niente di strano che lui sia considerato il nemico numero uno dal Movimento per la Vita. Alla domanda il feto che abbiamo visto sui manifesti di Pro Vita, quello di 11 settimane, è vita o no?, lui risponde a La Zanzara: “Diciamo che ogni cellula è vita. Ma non è una persona. Si è persona quando si nasce. O in una fase vitale della gravidanza.

Quel feto, Michele per intenderci, è stato prima un embrione, la gravidanza va avanti e quando nascerà sarà un neonato, poi una persona. La persona è la madre”. VIale si dice convintissimo delle proprie scelte e afferma ancora il suo manifesto ideologico: “E nessuno può costringere una donna a portare a termine una gravidanza contro la sua volontà come vogliono fare in Alabama per esempio, e alcuni in Italia. E’ contro i propri interessi, su cui è la sola che può decidere. Io sono orgoglioso di fare gli aborti e di aver aiutato tutte queste donne e anche le altre che hanno partorito”. Dopo aver ammesso che a Torino fanno aborti fino a 22 settimane, il dottor Viale si dice anche sostenitore dell’eutanasia, come avviene in Svizzera, Olanda, Belgio o Lussemburgo. “Paesi civili”. – FONTE
CONTINUA A LEGGERE >>
VIDEO CORRELATI:



Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere.
Scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un SITO di informazioni come Lonesto.it significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale, basta davvero poco. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire senza pubblicità.

Se segui Lonesto.it
fai una donazione!
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Dona oggi, e rimani informato anche domani.
(Donazione Minima 5€):




Comments are closed.


Get Widget