Il Giudice non lo rispedisce in carcere e lui massacra di botte un portantino: era stato espulso (Video)

05/06/2019 – Roma, massacra di botte portantino all’Umberto I°, caccia al nigeriano, era stato espulso. Il giudice dopo il processo per direttissima non lo spedisce in carcere, come richiesto dal pm. E l’uomo, 24 ore dopo, il primo giugno, sta già massacrando di botte un portantino, nella sala d’attesa del policlinico Umberto I a Roma. L’autore del violento pestaggio è Alukwe Okecku, un nigeriano, su cui pende un decreto di espulsione. Il 48enne è anche accusato di lesioni e violenza sessuale e adesso è latitante.

Ma andiamo con ordine. Il nigeriano è detenuto nel carcere di Velletri. È il 31 maggio e il 48enne ha appena espiato la condanna. Un anno e 4 mesi di reclusione per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e violenza sessuale. Su di lui, però, pende un decreto di espulsione. Per questo i carabinieri lo prendono in carico. Devono portarlo al centro di permanenza per i rimpatri, a Potenza. Nel capoluogo della Basilicata, però, non arriverà mai.

loading…



Okecku, nell’auto dei carabinieri della compagnia Roma centro, dà di matto. Morsica, sputa, sgomita, urla e cerca di far sbandare la macchina. I militari sono costretti a chiamare rinforzi. L’uomo è una furia. Arrivano altri 10 uomini in divisa in appoggio.

A questo punto, le forze dell’ordine decidono di contestargli la resistenza e le lesioni. Per questo il 48enne passa una notte in cella, in caserma. Okecku, durante la notte, si dimena, si lascia cadere in terra, tanto da procurarsi una ferita alla testa. Per questo, la mattina del primo giugno, i carabinieri decidono di portarlo al policlinico Umberto I°.
CONTINUA A LEGGERE >>
VIDEO CORRELATI:



Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere.
Scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un SITO di informazioni come Lonesto.it significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale, basta davvero poco. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire senza pubblicità.

Se segui Lonesto.it
fai una donazione!
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Dona oggi, e rimani informato anche domani.
(Donazione Minima 5€):




Comments are closed.


Get Widget