Forte scossa di terremoto avvertita in Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia: epicentro in Grecia

26/01/2014 . Pochi minuti fa, alle 14:55, una forte scossa di terremoto (magnitudo 5.7 secondo i primi dati) ha colpito la Grecia occidentale, nelle isole del mar Jonio. La scossa è stata avvertita anche in tutto il Sud Italia: Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia. Nel territorio italiano non sono segnalati danni. Attendiamo ulteriori dettagli e aggiornamenti. FONTE

355461.regional-150x150

ALLERTA TSUNAMI. Scosse di terremoto registrate oggi in data 26 gennaio 2014 dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, la più recente è stata rilevata in queste ore 14:55, CON POSSIBILE ALLERTA TSUNAMI una forte scossa di terremoto (magnitudo 6.3 secondo i primi dati), un evento sismico su terraferma con ipocentro a circa 10 chilometri di profondità ha colpito la Grecia occidentale, nelle isole del mar Jonio. La scossa è stata avvertita anche in tutto il Sud Italia: Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia. Nel territorio italiano non sono segnalati danni. Attendiamo ulteriori dettagli e aggiornamenti.

Il sisma di forte entità è stato avvertito chiaramente in Puglia nella Provincia di Foggia, nella città di Lecce, Taranto e Brindisi sentita chiaramente a Lucera (FG), Maglie (LE) e nel Comune di Nardò. Ma anche in Calabria nella Provincia di Cosenza e Crotone. AGGIORNAMENTI IN CORSO. Altra scossa è stata rilevata in Umbria nella Provincia di Perugia alle ore 8.26 di questa mattina, un sisma di lieve entità di magnitudo 2.1 con ipocentro a circa 8.5 chilometri di profondità ed epicentro nei pressi dei Comuni di Gubbio (PG), Pietralunga (PG), Apecchio (PU), Cantiano (PU), Piobbico (PU), Montone (PG), Scheggia e Pascelupo (PG), Umbertide (PG). Altra scossa è stata rilevata al Sud Italia alle ore 2.25 di questa notte, un sisma di lieve entità di magnitudo 3.1 a largo delle coste della Calabria meridionale del Mar Tirreno, con ipocentro a circa 300 chilometri di profondità ed epicentro in mare, tale sisma non sarebbe stato avvertito dalle popolazioni limitrofe alla costa.

calabria_scossa_lieve_26gen2014Altra scossa di terremoto sempre in Calabria avvenuta alle ore 1.05 di questa notte, questa volta ci spostiamo dalla parte del Mar Ionio nella Provincia di Cosenza, un sisma di lieve entità di magnitudo 2.1 con ipocentro a circa 62.5 chilometri di profondità ed epicentro nei pressi dei Comuni di Cariati (CS), Scala Coeli (CS), Terravecchia (CS), Crucoli (KR), Umbriatico (KR), Bocchigliero (CS), Calopezzati (CS), Caloveto (CS), Campana (CS), Mandatoriccio (CS), Pietrapaola (CS), Carfizzi (KR), Casabona (KR), Ciro’ (KR), Ciro’ Marina (KR), Melissa (KR), Pallagorio (KR), San Nicola dell’Alto (KR), Verzino (KR). Andiamo a descrivere l’attività sismica di ieri 25 gennaio 2014, tutto sommato molto tranquilla su tutto il versante della nostra penisola, la scossa più recente è stata rilevata ieri alle ore 21.56 di sera, un sisma di lieve entità di magnitudo 2 con ipocentro a circa 6.3 chilometri di profondità avvenuta nel Lazio nella Provincia di Viterbo, con epicentro nei pressi dei Comuni di Carbognano
(VT), Corchiano (VT), Fabrica di Roma (VT), Gallese (VT), Vallerano (VT), Vasanello (VT), Vignanello (VT), Attigliano (TR), Giove (TR), Otricoli (TR), Penna in Teverina (TR), Bassano in Teverina (VT), Bomarzo (VT), Calcata (VT), Canepina (VT), Capranica (VT), Caprarola (VT), Castel Sant’Elia (VT), Civita Castellana (VT), Faleria (VT), Monterosi (VT), Nepi (VT), Orte (VT), Ronciglione (VT), Soriano nel Cimino (VT), Sutri (VT), Vitorchiano (VT), Magliano Sabina (RI), Mazzano Romano (RM). Altra scossa di terremoto sempre in Calabria nella Provincia di Cosenza, un sisma di lieve entità avvenuto alle ore 18.28 di ieri pomeriggio, di magnitudo 2.5 con ipocentro a circa 9.6 chilometri di profondità ed epicentro nei pressi dei Comuni di Morano Calabro (CS), San Basile (CS), Castelluccio Inferiore (PZ), Castelluccio Superiore (PZ), Episcopia (PZ), Rotonda (PZ), San Severino Lucano (PZ), Terranova di Pollino (PZ), Viggianello (PZ), Acquaformosa (CS), Altomonte (CS), Castrovillari (CS), Civita (CS), Firmo (CS), Frascineto (CS), Laino Borgo (CS), Laino Castello (CS), Lungro (CS), Mormanno (CS), San Donato di Ninea (CS), Saracena (CS). Altra scossa di terremoto questa volta in Umbria nella Provincia di Perugia, un sisma di lieve entità di magnitudo 2.7 avvenuta alle ore 18.04 di ieri pomeriggio, con ipocentro a circa 8.2 chilometri di profondità ed epicentro nei pressi dei Comuni di Pietralunga (PG), Apecchio (PU), Cantiano (PU), Piobbico (PU),, Gubbio (PG), Montone (PG), Umbertide (PG). Spostiamoci in Basilicata nella Provincia di Potenza dove una scossa di terremoto è stata rilevata alle ore 15.25 di ieri pomeriggio, un sisma di lieve entità di magnitudo 2 con ipocentro a circa 10.8 chilometri di profondità ed epicentro nei pressi dei Comuni di Castelsaraceno (PZ), Latronico (PZ), Calvera (PZ), Carbone (PZ), Castelluccio Inferiore (PZ), Castelluccio Superiore (PZ), Episcopia (PZ), Grumento Nova (PZ), Lagonegro (PZ), Lauria (PZ), Moliterno (PZ), Montemurro (PZ), Nemoli (PZ), Rivello (PZ), Rotonda (PZ), San Chirico Raparo (PZ), San Martino d’Agri (PZ), Sarconi (PZ), Spinoso (PZ), Trecchina (PZ), Laino Borgo (CS), Laino Castello (CS). FONTE

Comments are closed.


Get Widget