Menu
Categories
Beppe Grillo satira sul Governo: “Il 35% degli italiani non sa leggere? Stessa percentuale della Lega”
luglio 20, 2019 Ambiente e salute

20/07/2019 – A Piacenza Beppe Grillo torna a teatro con lo spettacolo Insonnia. Ma ora dormo. Il comico ripropone al pubblico la sua ironia sulla politica e le cose che il governo sta facendo, con un occhio ironico sulla presenza del movimento da lui fondato che insieme alla lega ora guida il Paese. E una satira che si annuncia tagliente sulla vicenda Lega-Mosca.

“Il 35% degli italiani non sa leggere: è quasi la stessa percentuale della Lega!”. Questa la sua “battuta” che non deve essere piaciuta molto ai leghisti, visto che nemmeno tanto tra le righe gli ha praticamente dato degli ignoranti e degli stupidi.

Da Piacenza arrivano le parole di Beppe Grillo che esce allo scoperto sul caso dei presunti fondi russi alla Lega, a modo suo.

“Eravamo un acquario: io, Casaleggio, Di Battista. Poi l’acquario è bollito e oggi siamo una zuppa di pesce”. Da villa Raggio a Pontenure, in una residenza nell’800 nel piacentino, Beppe Grillo glissa sull’attualità politica. “Non so più cosa inventarmi… Al Tg1 ho detto che sono stato aggredito da un gatto”.

“Ormai anziché buste coi proiettili ai politici devi mandare una busta con dentro un libro”. Un riferimento, non troppo implicito, alle presunte minacce ricevute da Salvini e al missile ritrovato dalla Digos di Torino che sarebbe servito per un attentato al vicepremier.

loading…



Poi l’omaggio, sempre con ironia, ad Andrea Camilleri: “Alzi la mano chi davvero ha mai letto un suo libro. Io mai. Non ci si capisce un cazzo, tutto in dialetto…”. Insomma, Grillo non si snatura mai. E con il suo sarcasmo fuori dalle righe non risparmia neanche – e ti pareva, tanto per cambiare – la categoria dei giornalisti.

“I giornalisti sono criminali, sono loro i responsabili dell’appiattimento culturale”. Grazie eh. E alla fine si concede un po’ di autoironia: “Ho 71 anni dopodomani, guadagno pochissimo. Ho sei figli e hanno tutti il reddito di cittadinanza”. Bum!
CONTINUA A LEGGERE >>



Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere.
Scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un SITO di informazioni come Lonesto.it significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale, basta davvero poco. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire senza pubblicità.

Se segui Lonesto.it
fai una donazione!
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Dona oggi, e rimani informato anche domani.
(Donazione Minima 5€):




Comments
Comments are closed
*