La FIFA dice all’Iran: le donne devono essere ammesse negli stadi di calcio

20/09/2019 – Il divieto alle donne di assistere alle partite di calcio in Iran è “inaccettabile” e deve essere revocato, afferma il presidente della FIFA Gianni Infantino.

Il capo dell’organo di governo mondiale del calcio ha dichiarato in una dichiarazione che la posizione della FIFA è “chiara e ferma” e che alle donne “deve essere consentito” negli stadi di calcio nel paese. Il divieto dell’Iran alle donne che frequentano gli stadi sportivi è stato istituito poco dopo la rivoluzione islamica del 1979. Amnesty e Human Rights Watch (HRW) hanno entrambi invitato l’organo di governo mondiale del calcio FIFA a porre fine al divieto.
La CNN ha contattato la Federazione iraniana di calcio (FFIRI) e il governo iraniano per un commento. La chiamata di Infantino arriva poco dopo la morte di Sahar Khodayari, una fan che si è data fuoco dopo che le è stato negato l’accesso a uno stadio di calcio a Teheran.

La FIFA esorta l’Iran a consentire alle fan del calcio femminile di frequentare gli stadi. “Sono fiducioso che la Federazione iraniana e le autorità iraniane siano state ricettive alle nostre ripetute chiamate per affrontare questa inaccettabile situazione”, ha dichiarato Infantino in una nota. “Li ho contattati più volte nel recente passato, così come l’amministrazione FIFA.

loading…



Al momento abbiamo una delegazione di membri della FIFA in Iran e non vedo l’ora di ricevere loro notizie positive. “Comprendiamo che ci sono passaggi e processi che devono essere presi prima che ciò avvenga in modo corretto e sicuro, ma ora è il momento di cambiare le cose e la FIFA si aspetta sviluppi positivi a partire dalla prossima partita in casa in Iran ad ottobre”.

I fan iraniani tifano per la loro squadra durante la partita di calcio della AFC Champions League Al-Sadd vs Esteghlal FC. A giugno, la FIFA ha inviato una lettera alla FFIRI, chiedendo un calendario che consentisse alle donne di acquistare i biglietti per le qualificazioni ai Mondiali, ha riferito Reuters. La squadra nazionale maschile iraniana affronta la Cambogia in una partita di qualificazione ai Mondiali il 10 ottobre.
Soprannominata la “ragazza blu” sui social media, dopo che i colori della sua squadra di calcio iraniana preferita, Esteghlal, Khodayari, sono stati accusati di “commettere apertamente un atto peccaminoso” “apparendo in pubblico senza un hijab” quando ha tentato di entrare in uno stadio “vestito da uomo” a marzo, secondo il gruppo per i diritti umani Amnesty International.
Khodayari è apparso in un tribunale di Teheran all’inizio di questo mese. Quando il caso fu rinviato, si versò benzina su se stessa e si incendiò. È morta lunedì 9 settembre.

Alla magistratura iraniana è stato chiesto di indagare sulle circostanze della morte di Khodayari, secondo quanto riportato dall’agenzia semi-ufficiale Fars News del paese la scorsa settimana. L’agenzia di stampa ha anche affermato che suo padre aveva affermato che Khodayari soffriva di malattie mentali e “aveva interrotto il trattamento contro i ripetuti avvertimenti del suo medico”.

La sua morte ha suscitato rabbia sia in Iran che in tutto il mondo. L’attivista Maryam Shojaei, il cui fratello Masoud Shojaei è il capitano della squadra nazionale di calcio iraniana, ha detto alla CNN di aver scritto otto lettere a Infantino per informarlo delle attuali sfide affrontate dalle fan del calcio femminile in Iran. “Penso che la FIFA sia quella da incolpare e se avessero fatto valere le proprie regole sui diritti umani e sulla discriminazione di genere, il Sahar sarebbe stato vivo oggi”, ha detto alla CNN. La FIFA ha risposto, dicendo che “confuta ogni suggerimento che è stato inattivo nella lotta per questi diritti delle donne in Iran. Stiamo lavorando con la Federcalcio iraniana nella speranza e nell’aspettativa che le donne saranno presenti alle partite future a partire dal mondo FIFA Qualificazioni per la Coppa in ottobre “. – [Tradotto da FONTE CNN]
CONTINUA A LEGGERE >>




Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere.
Scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un SITO di informazioni come Lonesto.it significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale, basta davvero poco. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire senza pubblicità.

Se segui Lonesto.it
fai una donazione!
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Dona oggi, e rimani informato anche domani.
(Donazione Minima 5€):




Comments are closed.


Get Widget