Di Maio: ‘Alleanza strutturale con il Pd? Mancano i presupposti. Fondi a Radio Radicale? Ma diamoli ai terremotati…’

31/10/2019 – “Non ci sono i presupposti per un’alleanza strutturale con il Pd”, ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio rispondendo alle parole di Nicola Zingaretti.

“Con Franceschini lavoro benissimo, in questo governo c’è molta più serenità del precedente, quindi non è una questione contro questo Pd ma sono 10 anni che ci dicevano ‘mettetevi insieme che potrebbe rappresentare un’alternativa per questo paese’ e invece il voto umbro purtroppo dimostra esattamente il contrario”.

“Non mi sento insidiato” da Giuseppe Conte “ma credo che questo governo sia una squadra che deve portare avanti insieme il programma di governo. Se facciamo squadra i cittadini potranno comprendere quello che stiamo facendo, altrimenti è difficile anche far comprendere quello che facciamo di buono”.

loading…



Sulla manovra “dobbiamo fare ancora dei passi avanti, non c’è ancora l’accordo sulle partita Iva, sul regime forfettario che dobbiamo sistemare. Per questo oggi ci sarà spero l’ultimo vertice di maggioranza per chiudere la legge di bilancio e mandarla Parlamento”.

Ci sono di nuovo 8 milioni di euro all’anno per 3 anni a Radio Radicale. Ma diamoli ai terremotati…“, ha detto poi Di Maio. “Non credo – la replica del direttore della radio Alessio Falconio – che sia l’editoria l’ostacolo alla ricostruzione post terremoto”. “Radio Radicale svolge un servizio pubblico da 43 anni, riconosciuto anche da Agcom – ha proseguito -. Un servizio che dà voce alle istituzioni del Paese: al governo, ai partiti, al Csm, a tutti i movimenti. La stessa Agcom ha chiesto di prorogare la convenzione fino a una nuova gara.

Noi chiediamo che ci sia una gara dal ’95, dopo averla vinta. I governi che si sono succeduti non l’hanno ribandita perché ritenevano che non ci fossero le condizioni. Si può giudicare bene o male il nostro lavoro, ma se esponenti di tutti i partiti, anche dei 5 Stelle, e i rappresentanti delle istituzioni hanno difeso la nostra causa, questo qualcosa vorrà dire”.

“Il MoVimento 5 Stelle ha sempre avuto una posizione chiarissima: i soldi dei cittadini vanno utilizzati per finanziare opere pubbliche come strade, scuole o ospedali, non certo per aiutare una radio privata, peraltro schierata politicamente. Rispettiamo le sensibilità diverse che animano il MoVimento, ciascuno è libero di esprimere le proprie idee. Questo, tuttavia, non modifica la nostra posizione: il taglio dei finanziamenti a Radio Radicale è stata e rimarrà una nostra battaglia“. – [ANSA]
CONTINUA A LEGGERE >>



Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere.
Scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un SITO di informazioni come Lonesto.it significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale, basta davvero poco. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire senza pubblicità.

Se segui Lonesto.it
fai una donazione!
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Dona oggi, e rimani informato anche domani.
(Donazione Minima 5€):




Comments are closed.


Get Widget