Coronavirus, nel nuovo decreto Conte maxi piano sanitario: 20mila assunzioni e privati

08/03/2020 – Il Governo Conte interviene ancora per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. Dopo aver varato già altri decreti, e mentre si riflette sulla possibilità di rimandare ancora il rientro a scuola, nella notte l’Esecutivo si è riunito per tre ore a Palazzo Chigi per discutere le bozze di un nuovo decreto con altre misure eccezionali per evitare il propagarsi del Covid-19.

20mila assunzioni
“Facciamo il più grande investimento sul personale sanitario che si sia mai visto”, ha commentato il ministro della Salute Roberto Speranza. In arrivo ci sono 20mila assunzioni, con 4.800 medici, 10mila infermieri e 5mila operatori socio-sanitari. Come saranno distribuiti dipende anche dalle richieste formulate: il Piemonte, da solo, chiede 700 medici, 2mila infermieri e 2mila OS, più di quanto chiesto da Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna.
Stop ricoveri e requisizione di alberghi e strutture private
Stop a ricoveri e prestazioni ambulatoriali non urgenti, per non sovraccaricare il Ssn. Le modalità saranno decise da Regioni e province autonome. È stata prevista anche la possibilità per i prefetti di “requisire” strutture alberghiere idonee ad ospitare persone in sorveglianza sanitaria e isolamento fiduciario o in permanenza domiciliare quando il periodo di quarantena non si possa trascorrere a casa.

Per la Protezione civile invece possibilità di requisire ai privati presidi sanitari o medico chirurgici, beni mobili ma anche immobili per l’assistenza e l’ospitalità dei contagiati. Ai proprietari verrà corrisposta una somma di denaro a titolo di indennità di requisizione. Le Regioni potranno attivare, anche in deroga ai requisiti autorizzativi e di accreditamento, aree sanitarie anche temporanee sia all’interno che all’esterno di strutture di ricovero, cura, accoglienza e assistenza, pubbliche e private.

loading…



5mila impianti di ventilazione
Tra le misure previste per potenziare il Sistema sanitario nazionale, messo a durissima prova, è stato deciso anche l’acquisto da parte delle Protezione civile di 5mila impianti di ventilazione assistita e i relativi materiali indispensabili per il funzionamento dei ventilatori, fondamentali per curare i pazienti contagiati, in alternativa alla terapia intensiva.

Giustizia: sospensione di 15 giorni, rinvio udienze e orari
Per quanto riguarda la giustizia, è previsto un ponte di sospensione feriale di 15 giorni, per traghettare i tribunali e le procure verso le nuove misure di contenimento del contagio da Coronavirus. Il decreto stabilisce anche il rinvio delle udienze a data successiva al 31 maggio 2020 nei procedimenti civili e penali, con tuttavia una serie di eccezioni.

Il decreto prevede la limitazione dell’accesso agli uffici giudiziari ai soli soggetti che debbono svolgervi attività urgenti e la limitazione dell’orario di apertura al pubblico degli uffici o, in ultima istanza e solo per i servizi che non erogano servizi urgenti, la sospensione dell’attività di apertura al pubblico. – [FONTE]
CONTINUA A LEGGERE >>
Ordina subito la tua carta Revolut gratuita.



A tutti i nostri lettori in Italia.
Può essere imbarazzante, però, per favore, non ignorare questo messaggio.  Il 99% dei nostri lettori non dona, fa finta di niente. Se sei uno dei quei lettori straordinari che ha già donato, ti ringraziamo di cuore. Se donassi solo 5 €, questo sito potrebbe continuare a crescere per anni. Dimostra ai volontari che ti forniscono informazioni affidabili e neutrali che il loro lavoro conta. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro Blog, basta davvero poco. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire senza pubblicità:

Se segui Lonesto.it
fai una donazione!
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Dona oggi, e rimani informato anche domani.
(Donazione Minima 5€):


Comments are closed.


Get Widget