Coronavirus, la diretta. Ministro Speranza: “Al via la sperimentazione del farmaco Avigan”

24/03/2020 – “Il direttore generale di AIFA, Nicola Magrini, mi ha comunicato che la riunione del Comitato Tecnico-Scientifico di questa mattina, dopo una prima analisi sui dati disponibili relativi ad AVIGAN, sta sviluppando un programma di sperimentazione e ricerca per valutare l’impatto del farmaco nelle fasi iniziali della malattia. Nei prossimi giorni i protocolli saranno resi operativi, come già avvenuto per le altre sperimentazioni in corso”. Lo dichiara il ministro della Salute, Roberto Speranza, dopo l’incontro con il direttore generale di AIFA.

Tutto parte da un farmacista romano Cristiano Aresu che, sul proprio profilo Facebook, spiega che quando è arrivato in Giappone le strade erano piene ma poi hanno scoperto l’efficacia di un antinfluenzale e la vita è ritornata alla normalità. Il farmacista mostra le strade con persone, passeggini e immagini di quotidianità. Detta così nell’epicentro dell’epidemia che sconvolge l’Europa, sembrerebbe l’ennesima bufala. Ma quanto sta emergendo in queste ore lascia pensare che, ancorchè non si tratti della soluzione difinitiva, la notizia è meritevole di attenzione. E l’attenzione, appunto, ce l’ha messa sia il governatore del Veneto Zaia che l’Aifa. Il primo nell’annunciate il via alla sperimentazione del farmaco in Veneto, la seconda nell’indicare la data di lunedì, come quella di un primo resoconto che sarà reso noto in maniera compiuta dal Comitato tecnico scientifico che sta lavorando alla valutazione dell’efficacia.

loading…



Dopo ore di dibattito e polemiche è arrivato l’annuncio ufficiale del ministro della Salute, Roberto Speranza: “Il direttore generale di AIFA, Nicola Magrini, mi ha comunicato che la riunione del Comitato Tecnico-Scientifico di questa mattina, dopo una prima analisi sui dati disponibili relativi ad Avigan, sta sviluppando un programma di sperimentazione e ricerca per valutare l’impatto del farmaco nelle fasi iniziali della malattia. Nei prossimi giorni i protocolli saranno resi operativi, come già avvenuto per le altre sperimentazioni in corso”. Dunque, l’Agenzia italiana del farmaco procederà alla sperimentazione dell’ormai famoso Avigan (favipiravir), farmaco anti-influenzale che Cina e Giappone starebbero già studiando per la lotta al Coronavirus.

Fujifilm: “Avigan? Nessuna prova scientifica sulla sicurezza”
Sull’efficacia e la sicurezza di Avigan è intervenuto anche il senior director di Fujifilm Italia, Mario Lavizzari, dal momento che il farmaco è stato sviluppato dalla controllata di Fujifilm, Toyama Chemical ed è stato approvato nel 2014 in Giappone come anti-influenzale. Anche se al momento viene somministrato in Giappone ai pazienti di Covid-19 ai fini di uno studio di osservazione, “non esistono prove scientifiche cliniche pubbliche che dimostrino l’efficacia e la sicurezza di Avigan contro il nuovo Coronavirus nei malati”. Lo studio di osservazione riguardante Covid-19 è condotto da istituzioni mediche che cooperano con i team istituiti dal Centro Nazionale per la Salute e la Medicina Globali del Giappone (National Center for Global Health and Medicine of Japan). “Sappiamo anche – aggiunge la nota – che favipiravir (versione generica) è stato somministrato a pazienti Covid-19 in Cina. Fujifilm non ha svolto alcun ruolo nelle ricerche di cui sopra e non è quindi in grado di commentare questi risultati”. Per valutare la sua efficacia e sicurezza nei confronti di Covid-19, conclude la nota, Fujifilm “prevede di avviare uno studio clinico in Giappone. Fujifilm è al corrente della grave situazione che si sta verificando in Italia, tuttavia in questa fase Fujifilm non è in grado di divulgare alcun piano per l’uso di Avigan in altri paesi”. [FANPAGE]
CONTINUA A LEGGERE >>
Ordina subito la tua carta Revolut gratuita.

Covid-19, l’Oms lancia raccolta fondi

Si chiama Solidarity response fund.  Come donare: Per donare al Solidarity Response Fund, potete andare sul sito http://who.int e cliccare sul bottone arancione “Donate” in cima alla pagina.

Oppure attraverso il canale Facebook.


VIDEO CORRELATI:

A tutti i nostri lettori in Italia.
Può essere imbarazzante, però, per favore, non ignorare questo messaggio.  Il 99% dei nostri lettori non dona, fa finta di niente. Se sei uno dei quei lettori straordinari che ha già donato, ti ringraziamo di cuore. Se donassi solo 5 €, questo sito potrebbe continuare a crescere per anni. Dimostra ai volontari che ti forniscono informazioni affidabili e neutrali che il loro lavoro conta. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro Blog, basta davvero poco. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire senza pubblicità:

Se segui Lonesto.it
fai una donazione!
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Dona oggi, e rimani informato anche domani.
(Donazione Minima 5€):


Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.


Get Widget