Effetto Coronavirus a Torino: l’acqua del fiume Po è limpida

16/04/2020 – L’emergenza Coronavirus sta modificando le abitudini degli italiani ma anche il paesaggio delle città nostrane, ora deserte a causa delle limitazioni decise dal Governo per arginare la diffusione del virus.

Tante città italiane, in questi giorni, stanno regalando scenari insoliti e suggestivi: a Roma, ad esempio, le anatre sono tornate a nuotare nella fontana della Barcaccia in piazza di Spagna, a Milano sono stati avvistati degli esemplari di silvilaghi in un’area verde cittadina e un’aquila reale nel cielo, a Napoli sta crescendo alta l’erba in piazza del Plebiscito e le acque del golfo di Posillipo sono cristalline come non mai. Allo stesso modo, a Venezia le acque dei canali sono apparse in queste settimane limpide come non mai.

loading…



Anche la città di Torino si è aggiunta alla lista nei giorni scorsi: la chiusura forzata delle attività in seguito al lockdown deciso dal Governo per rispondere all’emergenza Coronavirus ha dato un nuovo volto al fiume Po che ora, anche nel tratto cittadino di Torino, all’altezza dei celebri Murazzi, appare limpido come mai prima. Se fino alle scorse settimane le acque del fiume Po apparivano torbide e verdastre, infatti, ora l’acqua è trasparente.

Gli abitanti di Torino, del resto, stanno rispettando le indicazioni del Governo sugli spostamenti. Anche a Pasqua e a Pasquetta, i dati sono stati confortanti: come reso noto dal sindaco di Torino Chiara Appendino su ‘Facebook’, il 93% dei torinesi ha rispettato le regole.

Questo il messaggio della prima cittadina: “Diciamolo chiaramente: il timore che le uscite ingiustificate nelle giornate di Pasqua e Pasquetta fossero numerose c’era. La Polizia Municipale di Torino, con le Forze dell’Ordine, era a presidio di tutto il territorio. Per farlo, oltre alle ordinarie pattuglie, sono stati utilizzati anche droni che hanno sorvolato le aree scarsamente abitate per controllare la presenza di eventuali assembramenti. Invece i torinesi si sono dimostrati molto disciplinati. Secondo i dati della Polizia Municipale, su 100 controlli ben 93 cittadini stavano rispettando le prescrizioni contro il coronavirus. Le sanzioni sono state il 7% del totale, un dato solo leggermente più alto rispetto ai giorni precedenti”.

Ancora Chiara Appendino: “Questa è la riprova, come vi ho detto qualche giorno fa, che la stragrande maggioranza dei torinesi sta facendo la sua parte per uscire dall’emergenza il prima possibile. Un ringraziamento a loro e, come sempre, a tutte le Autorità che lavorano al servizio dei cittadini”. Ecco le immagini delle acque trasparenti del fiume Po a Torino. – [FONTE]

CONTINUA A LEGGERE >>

Covid-19, l’Oms lancia raccolta fondi

Si chiama Solidarity response fund.  Come donare: Per donare al Solidarity Response Fund, potete andare sul sito http://who.int e cliccare sul bottone arancione “Donate” in cima alla pagina.

Oppure attraverso il canale Facebook.



A tutti i nostri lettori in Italia.
Può essere imbarazzante, però, per favore, non ignorare questo messaggio.  Il 99% dei nostri lettori non dona, fa finta di niente. Se sei uno dei quei lettori straordinari che ha già donato, ti ringraziamo di cuore. Se donassi solo 5 €, questo sito potrebbe continuare a crescere per anni. Dimostra ai volontari che ti forniscono informazioni affidabili e neutrali che il loro lavoro conta. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro Blog, basta davvero poco. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire senza pubblicità:

Se segui Lonesto.it
fai una donazione!
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Dona oggi, e rimani informato anche domani.
(Donazione Minima 5€):


Comments are closed.


Get Widget