Corruzione in Campania: 48 indagati, coinvolti imprenditori, funzionari regionali e Asl Napoli

20/05/2020 – Corruzione per lavori di ampliamento nella clinica Pineta Grande di Castel Volturno (Caserta), 48 indagati, coinvolti imprenditori, funzionari regionali e Asl Napoli. Sono 48 le persone indagate, a vario titolo, per reati di corruzione, falso, indebita induzione, abuso d’ufficio e rivelazione di segreti d’ufficio, dalla procura di Santa Maria Capua Vetere (Caserta), la quale ha notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari nei confronti di imprenditori privati della sanità, funzionari della Regione Campania, dell’Asl di Caserta e della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio di Caserta e Benevento, dipendenti ed ex amministratori del Comune di Castel Volturno.

loading…



Secondo le indagini gli illeciti sarebbero avvenuti attorno ai lavori di ampliamento del ‘Pineta Grande Hospital’ di Castel Volturno (Caserta). I permessi edilizi relativi all’ampliamento della clinica sarebbero stati illegittimi, e frutto di corruzione posta in essere dal titolare della clinica, l’imprenditore V. S., nei confronti di dipendenti e amministratori comunali, contraccambiati con assunzioni di parenti presso la clinica Pineta Grande. S., ora in libertà, finì ai domiciliari nel gennaio scorso.

Tra i funzionari che rispondono di corruzione, anche il dirigente responsabile della Direzione Generale della Regione per la Tutela della salute e il Coordinamento del Sistema Sanitario regionale Antonio Postiglione, il funzionario della giunta regionale A. P. e A. R., consigliere delegato per i rapporti con il sistema sanitario regionale. Tra gli indagati figurano inoltre l’ex direttore generale dell’Asl di Caserta M. De B., l’ex sindaco di Castel Volturno (Caserta) D. R. con tutti i suoi ex assessori e consiglieri comunali, il presidente di Aiop Campania (Associazione Italiana Ospedalità Privata) S. C., l’ex dirigente della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Caserta e Benevento, S. B., trasferito a Potenza nel novembre scorso.
CONTINUA A LEGGERE >>
VIDEO CORRELATI:



Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere.
Scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un SITO di informazioni come Lonesto.it significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale, basta davvero poco. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire senza pubblicità.

Se segui Lonesto.it
fai una donazione!
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Dona oggi, e rimani informato anche domani.
(Donazione Minima 5€):




Comments are closed.


Get Widget