Corruzione nella sanità siciliana, il riesame conferma gli arresti di Damiani e Candela

22/06/2020 – Restano agli arresti Fabio Damiani e Antonio Candela, il Tribunale del riesame di Palermo, infatti, ha respinto le istanze di revoca delle misure cautelari. I due manager della sanità erano stati arrestati il 20 maggio scorso nell’ambito di una operazione della Guardia di finanza di Palermo, denominata “Sorella sanità”.

Damiani, ex direttore generale dell’azienda sanitaria provinciale di Trapani, si trova in carcere; Candela, ex commissario per l’emergenza Covid del governo siciliano, è invece agli arresti domiciliari. Per entrambi l’accusa mossa dal pool pubblica amministrazione, coordinato dal procuratore aggiunto Sergio Demontis e dai sostituti Giovanni Antoci e Giacomo Brandini, è di corruzione, turbativa d’asta e altri reati. In una cassetta di sicurezza del Damiani, che è stato anche coordinatore della Cuc, la Centrale unica di committenza della Sicilia, i finanzieri hanno trovato 70 mila euro in contanti. – [FONTE]

loading…



La tempesta CHE si è abbattuta sulla sanità pubblica siciliana lo scorso 21 maggio. Gare truccate per circa 600 milioni di euro, arresti tra funzionari pubblici e imprenditori e una sorta di ‘pizzo’ del 5% sull’importo totale. Tra gli arrestati – nel suo caso arresti domiciliari – c’è Antonio Candela, già al vertice dell’Azienda Sanitaria Provinciale (ASP) di Palermo ai tempi dei Governi regionali di centrosinistra, nominato dall’attuale Governo siciliano di centrodestra coordinatore per l’emergenza Coronavirus nell’Isola.

A svelare l’inità-treccio affaristico sono stati i magistrati della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palermo e i militari della Guardia di Finanza. L’inchiesta è stata denominata ‘Sorella sanità’. Ed è culminata, nelle ultime ore, nell’esecuzione di 12 misure cautelari.

Indagini complesse, difficili, che hanno richiesto appostamenti, intercettazioni, video-riprese e un attento esame di fatti e documenti. All’attenzione degli inquirenti sono finite quattro procedure ad evidenza pubblica dell’ASP 6 di Palermo aggiudicate a partire dal 2016.
CONTINUA A LEGGERE >>
VIDEO CORRELATI:



Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere.
Scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un SITO di informazioni come Lonesto.it significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale, basta davvero poco. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire senza pubblicità.

Se segui Lonesto.it
fai una donazione!
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Dona oggi, e rimani informato anche domani.
(Donazione Minima 5€):




Comments are closed.


Get Widget