Lombardia, finanziamenti dalla sanità privata per la campagna elettorale di Gallera

26/06/2020 – Pochi giorni fa, una frase pronunciata durante un talk online lo ha fatto finire di nuovo al centro delle polemiche. “Gli ospedali privati vanno ringraziati perché hanno aperto le loro terapie intensive e le loro stanze lussuose ai pazienti ordinari“, sostiene Giulio Gallera, assessore al Welfare della Regione Lombardia. La definizione di “pazienti ordinari” e quel ringraziamento per le “stanze lussuose” aperte, ha attirato su Gallera le critiche dell’opposizione. E qualcuno ha ricordato come l’esponente di Forza Italia ha ricevuto finanziamenti da illustri rappresentanti della sanità privata durannte la sua campagna elettorale del 2018. Si tratta delle cosiddette erogazioni liberali, cioè nulla di illegale ma denari devoluti in piena trasparenza da parte di persone giuridiche o fisiche a un determinato candidato o partito politico. Un meccanismo creato per sostituire i vecchi “rimborsi elettorali” e il finanziamento pubblico dei partiti, sistema andato in pensione alle fine dell’ultima legislatura.

loading…



È dal 2016 che Gallera – storico coordinatore del Pdl per la città di Milano – si occupa di sanità lombarda, da quando l’allora presidente della Regione, Roberto Maroni, lo ha nominato per la prima volta assessore al Welfare. Alle regionali del 4 marzo del 2018 è risultato poi recordman assoluto di preferenze (con 11.722 voti) e il suo posto in Giunta è stato subito confermato dal neo governatore Attilio Fontana. L’assessore al Welfare, nel marzo del 2020, in piena emergenza sanitaria Covid-19, ha dichiarato all’Ansa: “Il mio ruolo? È sempre stato quello di organizzare il sistema sanitario, di renderlo più efficiente e performante”. Sarebbe quindi interessante conoscere col contributo di chi Gallera sia giunto a questo risultato.

L’ASSOCIAZIONE ITALIA OSPEDALITÀ PRIVATA IN AIUTO A GALLERA – Basta visionare quanto depositato, a norma di legge, al Collegio regionale di garanzia elettorale presso la Corte d’Appello di Milano, la cui attività concerne proprio l’esame delle spese sostenute dai singoli candidati. Ilfattoquotidiano.it è venuto in possesso di questi documenti. Scorrendo il fascicolo denominato “dichiarazione e rendiconto candidato Gallera Giulio”, tra i documenti riguardanti i diversi sponsor, ci si imbatte in una delibera del Consiglio di amministrazione della Fondazione sanità futura, sul sito Internet della quale è scritto che “partendo dalla coesistenza di pubblico e privato nel settore sanitario italiano e europeo, intende progettare, promuovere e sostenere studi e attività di formazione rivolti a sviluppare e migliorare l’efficacia e l’efficienza dei servizi”.

Da quella Fondazione per Gallera sono arrivati 10mila euro, come stabilito nel cda del 9 febbraio 2018, sul cui verbale si legge: “Rilevata la convergenza degli obiettivi di politica sanitaria con gli obiettivi istituzionali della fondazione e in particolare della qualità del sistema sanitario, la libertà di scelta del Cittadino e il reale pluralismo espressi dal candidato Gallera, il Consiglio di amministrazione delibera una elargizione liberale di 10mila euro”. La seduta è stata presieduta dal professor Gabriele Pelissero, che è anche presidente dell’Assemblea generale dell’Uehp, l’ente europeo che rappresenta la sanità privata, nonché componente del Consiglio nazionale di Aiop, l’Associazione italiana ospedalità privata, ovvero le strutture sanitarie non pubbliche. Il vicepresidente di Fondazione sanità futura è Dario Beretta, che nel maggio del 2018 sarà riconfermato presidente di Aiop (nonché Direttore Generale dell’Istituto Clinico San Siro di Milano di proprietà del gruppo San Donato, tra le maggiori realtà di ospedali privati in Italia). Altro consigliere del cda è Antonio Frova, a sua volta Presidente del collegio dei revisori sempre di Aiop, mentre direttore Generale è Ermanno Ripamonti, membro di Aiop Lombardia. – [Continua su FONTE]
CONTINUA A LEGGERE >>
VIDEO CORRELATI:



Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere.
Scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un SITO di informazioni come Lonesto.it significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale, basta davvero poco. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire senza pubblicità.

Se segui Lonesto.it
fai una donazione!
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Dona oggi, e rimani informato anche domani.
(Donazione Minima 5€):




Comments are closed.


Get Widget