Quei “13 milioni” avanzati dal Ponte di Genova, Sansa a Toti: “Chiarisca”

27/07/2020 – “Preoccupazione” della Corte dei Conti per la mancata erogazione di 13 milioni di euro destinati al sostegno al reddito, cifra avanzata dai 235 milioni di euro arrivati a Genova dopo il crollo del Ponte Morandi finalizzati al sostegno alle aziende in difficoltà. Lo scrive il Secolo XIX.

A fronte di oltre 13 milioni avanzati, ci sarebbero decine di commercianti e negozianti di Certosa e Sampierdarena, le zone più colpite dalla crisi post crollo, che non hanno avuto un euro perché esclusi dai criteri di assegnazione. Secondo Massimiliano Braibanti, presidente del Comitato Zona Arancione, che risponde a una domanda sui fondi del Decreto Genova distribuiti per l’emergenza “Hanno sbagliato tutto, hanno dato i soldi a caso. A Certosa e Sampierdarena ci sono decine di negozianti e commercianti che non hanno ricevuto un euro. Molti hanno chiuso. Non siamo contrari a allargare gli aiuti – ha detto rispondendo alla domanda sull’ipotesi che quei 13 mln possano essere destinati agli aiuti post-Covid in tutta la Liguria – prima però dev’essere aiutato chi è rimasto qui. Chi è rimasto indietro”.

loading…



“Ci sono casi che purtroppo sono rimasti fuori dai criteri decisi dal governo – ha detto il governatore Giovanni Toti in un’intervista al Secolo XIX -. Noi non possiamo che attenerci a quelli. Abbiamo suggerito al governo degli emendamenti per allargare la platea, diminuire i giorni di chiusura. Senza un cambiamento normativo è impossibile saldare chi non ha chiuso o chi non rientra nelle forme societarie previste”.

Spiegazioni che non bastano allo sfidante alle prossime regionali, Ferruccio Sansa. “Se il presidente Toti aveva dribblato la procura della Corte dei Conti che gli contestava di non aver speso tutti i soldi per gli aiuti del post Morandi che il governo gli aveva affidato, ora cosa si inventerà di fronte all’inchiesta del Secolo XIX che rivela il volto più oscuro della gestione dei fondi nazionali?” scrive in una nota Sansa. “Con meccanismi di difficile comprensione, invece di premiare commercianti e artigiani piegati dall’isolamento dovuto al crollo la Regione ha arricchito chi forse non se lo meritava. Toti, ora basta dribbling, spieghi dove sono finiti i soldi” – [FONTE]
CONTINUA A LEGGERE >>
VIDEO CORRELATI:



Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere.
Scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un SITO di informazioni come Lonesto.it significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale, basta davvero poco. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire senza pubblicità.

Se segui Lonesto.it
fai una donazione!
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Dona oggi, e rimani informato anche domani.
(Donazione Minima 5€):




Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.


Get Widget