‘Ndrangheta, estorsioni sugli appalti pubblici a Reggio Calabria: arresti contro Clan

26/02/2021 – Blitz a Reggio Calabria messo a segno dalle forze dell’ordine alle prime ore di questa mattina. Si tratta di una operazione della Polizia di Stato denominata “Nuovo corso” e coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Reggio Calabria. Nell’ambito dell’operazione è stata data esecuzione a 5 ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse nei confronti di elementi di vertice, affiliati e soggetti ritenuti contigui alle potente cosca di ‘ndrangheta De Stefano operante nella città di Reggio Calabria.

Leggi anche: Bancarotta fraudolenta – arrestati due imprenditori salernitani operanti nel settore della grande distribuzione

Secondo l’accusa le persone coinvolte nell’operazione sono state ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione mafiosa, estorsione e tentata estorsione in danno di affermati imprenditori, aggravate dal metodo e dall’agevolazione mafiosa. Gli investigatori della Squadra Mobile, coadiuvati dagli equipaggi dell’Ufficio Volanti della Questura di Reggio Calabria, hanno eseguito anche perquisizioni domiciliari a carico degli indagati.
loading…

Le estorsioni, secondo le prime indiscrezioni, riguardano i lavori di rifacimento del Corso Garibaldi e Piazza Duomo. Le indagini svolte dalla Polizia di Stato – sotto le direttive dei magistrati della Dda di Reggio Calabria – documentano ulteriormente l’esistenza e l’operatività della cosca De Stefano nel capoluogo di provincia, soprattutto nel settore delle estorsioni in danno di imprenditori aggiudicatari di gare d’appalto per la realizzazione di opere pubbliche. L’inchiesta ha portato alla luce gravi vicende estorsive ai danni di un noto imprenditore reggino e di un suo consociato in Ati di altra provincia calabrese, aggiudicatari degli appalti pubblici per il rifacimento del Corso Garibaldi e – il solo imprenditore locale – di Piazza Duomo di Reggio Calabria. C’è anche il boss del quartiere Archi di Reggio Calabria P. R. De Stefano tra gli arrestati nell’ambito dell’inchiesta “Nuovo Corso”. Il figlio del defunto G. De Stefano, infatti, è uno dei destinatari dell’ordinanza di custodia in carcere emessa dal gip Tommasina Cotroneo su richiesta del procuratore Giovanni Bombardieri e dei sostituti della Dda reggina Stefano Musolino e Walter Ignazitto. – [Continua su FONTE] CONTINUA A LEGGERE >> Dal momento che sei qui…. … abbiamo un piccolo favore da chiedere. Scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un SITO di informazioni come Lonesto.it significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale, basta davvero poco. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire senza pubblicità.

Se segui Lonesto.it fai una donazione! Grazie al tuo contributo, ci aiuterai a mantenere la nostra indipendenza Dona oggi, e rimani informato anche domani. (Donazione Minima 5€):

Comments are closed.


Get Widget
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com